/ Eventi

Eventi | 06 giugno 2021, 19:00

Les Lascar(e)s du Palais, un’innovativa mostra a Palais Lascaris (Foto)

Fino al 5 luglio le contrastanti personalità di Annabelle Tattu e Rice s’incontrano nel comune obiettivo dell’onestà artistica. La mostra permette incessanti avanti e indietro tra le diverse forme di esplorazione della sensibilità artistica

"Les Larcar(e)s du Palais", fino al 5 luglio 2021 a Palais Lascaris

"Les Larcar(e)s du Palais", fino al 5 luglio 2021 a Palais Lascaris

Fino al 5 luglio 2021, il Musée Palais Lascaris di Nizza propone la mostra di Annabelle Tattu e Rice "Les Larcar(e)s du Palais".

In un momento che viene percepito come instabile, l'arte si rivela una necessità. Le “Lascar(e)s” dalle diverse personalità e dai diversi sistemi di pensiero hanno un unico obiettivo: l'onestà.

 

Come ha rivelato la giornalista e autrice americana Anne Herbert, "non è un'impresa da poco rimanere fedeli alla propria verità più profonda, per quanto formidabile possa essere, dargli forma". La voglia di creare fa risaltare l'inseparabile legame tra Annabelle Tattu e Rice. Come appello ai sensi, l'opera diventa lo specchio dell'individuo: la mostra permette incessanti avanti e indietro tra le diverse forme di esplorazione della sensibilità artistica.



Annabelle Tattu
Artista multidisciplinare, Annabelle Tattu ridefinisce i codici dell’arte di strada per imporre il suo stile unico: l'arte urbana singolare. Il suo universo onirico e fantastico è costruito dai dialoghi che l'artista svela con i suoi personaggi. Dà loro vita, crea storie per loro, le moltiplica, le trasforma. Ogni opera, scultura o pittura, unisce l'attenzione ai dettagli e funge da luogo di passaggio, di condivisione, per rivelare un'umanità fragile, infinitamente preziosa, nel cuore di un mondo scosso. Le sue composizioni sono complesse, attraenti e hanno una costante: la presenza de "L'uomo nel cappello" e "Simply", vere icone dell'artista. Su una scena artistica urbana ancora dominata dagli uomini, Annabelle Tattu impone la sua sensibilità e poesia.



Rice
Dopo un'immersione di dieci anni a piedi o in moto sulle strade di tutti i continenti, Rice si stabilisce nel 2000 in Costa Azzurra. In profonda disconnessione con il mondo che lo circonda, sfrutta tutte le possibili forme di espressione artistica. L'artista, attraverso il suo lavoro, porta uno sguardo pieno di cinismo e compassione verso un mondo che è sopraffatto dal trionfo della bellezza, dove anche la moralità è più che altro una cosmesi.

La mostra è aperta fino al 5 luglio 2021 e Palazzo Lascaris si trova nel Vieux Nice in Rue Droite 15.


Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium