Politica - 17 giugno 2021, 07:00

Tre giorni al voto: nella Regione Provence-Alpes-Côte d'Azur la “sfida” alle ultime battute (Foto)

Tanti interrogativi sull’esito del primo turno e soprattutto sul ballottaggio del 27 giugno. L’estrema destra data in testa, ma una rinuncia della sinistra potrebbe mescolare le carte

Tabelloni elettorali in Rue de France a Nizza

Tabelloni elettorali in Rue de France a Nizza

Tre giorni e i cittadini della Regione Provence-Alpes-Côte d'Azur  saranno chiamati al voto : si tratterà del primo turno delle regionali.

Il turno decisivo si terrà domenica 27 giugno e sarà battaglia vera, che , secondo i sondaggi, potrebbe decidersi sul filo di lana.

Sono sostanzialmente due le liste che si giocano la vittoria finale, ma secondo i sondaggi saranno tre ad accedere, dopo il primo turno, al ballottaggio.

L’ultimo sondaggio, reso noto da Ifop Fiducial e condotto per LCI e Le Figaro, prevede in testa alle preferenze (al primo turno) Thierry Mariani, candidato Presidente per il Rassemblement National, la lista di estrema destra che fa capo a Marine Le Pen che dovrebbe raggiungere il 41%.

 

 

 

Al secondo posto, col 34%, Renaud Muselier, Presidente uscente della Regione PACA, appoggiato dai Républicains e da una serie altre sensibilità centriste e dialoganti con l’area che si rifà al Presidente Emmanuel Macron.

 

 

Terzo, con diritto al ballottaggio, Jean-Laurent Félizia , candidato di una coalizione di sinistra ed ecologista che dovrebbe assestarsi 17%.

 

 

Anche i possibili margini di errore (valutati dai sondaggisti intorno al 3%) fanno dare per scontato che saranno dunque tre le liste che accederanno al ballottaggio.
Che poi vi partecipino é un’altra questione.

Sulle elezioni pesa, intanto, un ricorso al tribunale contro il candidato dell’estrema destra che “sembrerebbe” abbia ottenuto la residenza in un comune della Regione (requisito essenziale per potersi iscrivere nelle liste elettorali e potersi candidare) in modo un po’ troppo “audace”.

Pesa inoltre l’interrogativo su cosa intenda fare il candidato di sinistra, se proseguire anche nel ballottaggio o rinunciare a favore di Renaud Muselier, come già avvenne nelle scorse elezioni regionali.

Si tratterebbe della riproposizione di quel voto “repubblicano” che, fino ad ora, ha contraddistinto la Francia ed ha sostanzialmente impedito all’estrema destra di strappare successi al turno di ballottaggio.

I sondaggi, nell’ipotesi di una corsa a tre, danno vincitore al ballottaggio Thierry Mariani col 44% dei voti, seguito da Muselier col 36% e da Félizia col 20%.
Se invece il candidato di sinistra dovesse rinunciare Mariani sarebbe in testa col 51% seguito da Muselier col 49%...e il margine di errore é sempre di 3 punti!





Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU