/ Business

Business | 30 luglio 2021, 07:00

Piante bulbose, che passione!

Le piante bulbose sono da secoli le più amate dagli appassionati (e non) di giardinaggio.

Piante bulbose, che passione!

Le piante bulbose sono da secoli le più amate dagli appassionati (e non) di giardinaggio. Con questo termine facciamo riferimento a una serie di piante che nascono non da un seme vero e proprio, ma da un bulbo: una sorta di sacchetto naturale che contiene tutto il necessario per far germogliare e sbocciare il fiore. Quello che soprattutto distingue un bulbo dal classico seme di piante e fiori è la sua forma, tutt'altro che piccola. Al contrario, il bulbo ricorda una cipolla, anche per la sua composizione a strati: in alcuni casi sembra già di per sé un fiore, ma in realtà non è così, è solo una riproduzione simile a quello che otterrai con un po’ di attenzione e di cura.

I bulbi da fiore sono tanti quanti sono le specie di bulbose disponibili in natura: per darti una vaga idea, pensa soltanto che al mondo finora sono stati rilevate più di 3000 varietà di tulipani.

 

I narcisi, originari dell’Europa, che devono il proprio nome all’intenso profumo che emanano (alcune specie in particolare);

I gigli, il cui nome tecnico è Lilium, che da secoli sono il simbolo di amore e fedeltà, e vengono spesso impiegati nelle cerimonie nuziali;

L’Amaryllis è una bulbosa particolarmente bella ed elegante: la sua estetica l’ha resa il simbolo della fierezza e della forza, distinguendolo un po’ dal classico fiore simbolo di passione.

Oltre a questi, ci sono tantissimi altri bulbi da fiore, e andare alla loro scoperta è sempre interessante. Se vuoi però avere l’emozione di veder nascere una bulbosa proprio sotto i tuoi occhi, niente di più semplice dal momento che questi fiori sono tra i più facili da coltivare. Vediamo come!

Le bulbose da appartamento

Assicurati di lasciare lo spazio sufficiente tra un bulbo e l’altro, in modo che le piante possano crescere liberamente e senza restrizioni;

Se decidi di optare per una messa a dimora all’interno di un’abitazione, ricordati di irrigare il vaso o la cassetta spesso, a seconda della temperatura. Questi fiori hanno un’unica esigenza, quella di essere annaffiate abbastanza spesso.

Se scegli un bulbo che non sia perenne, ricordati di rispettare il suo ciclo naturale di messa e dimora e fioritura. Laddove tu decida di piantare più bulbi in uno stesso vaso, puoi procedere con la tecnica a strati, tenendo presente però di lasciare lo strato più superficiale per il fiore che nascerà più tardi.

Quanto dura una bulbosa? Anche anni: molto dipende dalla qualità del bulbo, e dall’attenzione che dedichi, soprattutto nella scelta della terra e per l’irrigazione.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium