/ Ambiente

Ambiente | 15 agosto 2021, 18:00

Costa Azzurra: alla scoperta del territorio. Touët-sur-Var

Montecarlonews propone luoghi, itinerari, passeggiate alla scoperta del Dipartimento delle Alpi Marittime. Le foto sono di Patrizia Gallo e Danilo Radaelli

Touet sur Var, fotografie di Danilo Radaelli e Patrizia Gallo

Touet sur Var, fotografie di Danilo Radaelli e Patrizia Gallo

Patrizia Gallo e Danilo Radaelli ci accompagnano, in coppia, alla scoperta di un interessante borgo sulle rive del Var: Touët-sur-Var.

 

 

Il territorio del comune di Touët-sur-Var si estende da est a ovest sulle rive del Var e occupa una superficie di 1.498 ettari.

 

A sud le sponde del Var si allargano in una piccola pianura, mentre a nord il costone roccioso sale a 893 m. Sulla sponda destra del Var, dove si trova il punto più alto del paese a quota 999 m, si estende l'area boschiva, dominata da costoni rocciosi.



La parte alta del villaggio di Touët-sur-Var è un notevole esempio di villaggio in collina. Direttamente sopra un costone roccioso sulla riva sinistra del Var, le sue alte case, che fungono da bastione, attirano l'attenzione dei viaggiatori che transitano in basso.



Resti risalenti al periodo romano sono stati trovati sull'altopiano di Paillers, ma la prima menzione scritta del sito risale al XIII secolo.

 

Un castello occupava probabilmente lo sperone che domina l'attuale agglomerato, a nord, assieme con un villaggio e la sua chiesa, così risultano da atti risalenti al 1376.

 

Parte integrante della Provenza occidentale, il villaggio diventa dominio dei Savoia nel 1388 ed è asservito alla famiglia dei Grimaldi de Beuil.

Nel 1621 Annibal Grimaldi fu giustiziato per reato e le sue terre ridistribuite.
Touët poi toccò a Filiberto della Vellana. Nei secoli successivi il borgo subì saccheggi e incendi fino alla fine del Primo Impero mentre la comunità viveva in povertà.



Nel XIX° secolo, una persona originaria del luogo, Désiré Niel, deputato e ispettore dell'Accademia, divenne il suo benefattore.

 

Alla fine dell'ottocento, con la costruzione della ferrovia e della strada, la vita che si concentrava nel paese alto si spostò nella contrada delle Granges.
Attorno alla strada nazionale e alla stazione si sviluppò un nuovo centro abitato dove ai giorni nostri si concentrano le attività commerciali.

 

 

Nel 1909, Touët-de-Beuil divenne Touët-sur-Var. Il piccolo borgo rurale beneficiò delle ricadute dello sviluppo turistico del Novecento grazie anche allo sviluppo  degli sport invernali.



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium