/ Altre notizie

Altre notizie | 17 agosto 2021, 08:00

Covid, terza dose per gli over 80 a partire dal 30 agosto e chiusura la sera della Promenade du Paillon: queste alcune delle misure decise ieri a Nizza

La situazione sanitarie è preoccupante, il Conseil Scientifique Local riunito da Christian estrosi ha deciso una serie di misure. Aiuti economici a bar e ristoranti tenuti alla verifica del pass sanitarie. Il mercoledì vaccini senza prenotazioni per i ragazzi

Test per il Covid davanti ad un ristorante a Nizza

Test per il Covid davanti ad un ristorante a Nizza

La situazione sanitaria rimane particolarmente preoccupante, sia a livello nazionale che locale: il livello di infezione ha raggiunto nel territorio di Nizza e della Métropole quota 608 su 100mila abitanti e il tasso di positività è al 6,3%, inoltre l’esame delle acque fognarie indica una presenza molto elevata del virus del Covid.

Per questa ragione, una serie di misure importanti sono state decise ieri pomeriggio dal Conseil Scientifique Local riunito dal sindaco di Nizza Christian Estrosi.

Provvedimenti destinati a lasciare un segno ed anche indicare un percorso che presto non potrà che essere seguito da molte altre comunità.

Le 32mila persone di età superiore agli 80 anni, vaccinate nel territorio della Métropole Nice Côte d'Azur, saranno contattate a partire da questa settimana, per posta, e si vedranno proporre un richiamo vaccinale 6 mesi dopo l'inoculazione della seconda dose.

Le vaccinazioni della terza dose verranno avviate a partire dal 30 agosto.
Eguale proposta riceveranno le persone ospiti della case di riposo e delle strutture socio assistenziali.  

Per quanto riguarda i giovani di età compresa tra età compresa tra i 12 e 17 anni, già 27mila hanno ricevuto una prima dose del vaccino, ovvero il 35% di questa fascia di età. Il 50% dovrebbe essere raggiunto all'inizio di settembre.

A partire dall'inizio dell'anno scolastico, ogni mercoledì pomeriggio saranno riservati posti destinati a studenti delle scuole medie e superiori per una vaccinazione senza appuntamento presso il Palais des Expositions.
Nelle Università verranno allestiti due centri di vaccinazione fissi a Valrose e Carlone in collaborazione con l'Université Côte d´Azur.

Verrà assicurato un sostegno ai commercianti che rispettano l'obbligo di legge del controllo del pass sanitaire, ma che devono far fronte a oneri aggiuntivi in merito.
La Métropole concederà loro un aiuto forfettario di 500 euro aggiuntivo a tutti gli aiuti diretti già corrisposti a più di 4.800 imprese, di cui quasi 3.500 a Nizza.

Interventi anche a sostegno degli anziani in difficoltà perché vittime del “divario digitale” per facilitarli nell'accesso alla tessera sanitaria.
Verrà creata, per loro, una semplicissima card, in formato carta di credito, sulla quale verrà stampato il QR code dell'interessato.



Christian Estrosi ha chiesto alla Polizia Municipale di rafforzare i controlli degli esercizio che devono sottostare all’obbligo di verifica del pass sanitario.

Infine verrà adottata un’ordinanza che disporrà la chiusura della Promenade du Paillon a partire dalle ore 21 per evitare assembramenti.



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium