/ Eventi

Eventi | 06 settembre 2021, 07:00

La straordinaria attività del Museo di Belle Arti Jules Chéret di Nizza

Il programma delle giornate europee della cultura, le conferenze previste a fine settembre e la straordinaria mostra in corso aperta fino al 31 ottobre

Charles-Paul LANDON, Vénus et Eros, 1810, huile sur toile, N.Mba 42, Musée des Beaux-Arts Jules Chéret, Nice. © Ville de Nice

Charles-Paul LANDON, Vénus et Eros, 1810, huile sur toile, N.Mba 42, Musée des Beaux-Arts Jules Chéret, Nice. © Ville de Nice

In occasione della 38a Giornata Europea del Patrimonio, il 18 e 19 settembre 2021, il Museo di Belle Arti Jules Chéret propone un programma sul tema "Patrimonio per tutti".

Vénus et l'Amour

Questo il programma

  • 18 e 19 settembre ore 11, visite guidate alla mostra La bataille des Beaux-Arts. Art et politique à Nice au XIXe siècle. Ingresso gratuito.
  • 18 e 19 settembre ore 15, Le jardin idéal du musée des Beaux-Arts. Il giardino del Museo di Belle Arti conta sulla fertile immaginazione di chi si vuole cimentare per essere ridisegnato. Laboratorio per famiglie e bambini dai 10 anni.
  • 18 settembre, ore 11, conferenza: La princesse Elisabeth Kotschoubey, une créatrice au XIXe siècle, a cura di Natalia Burianyk, dottore in lettere, ricercatrice. Ingresso gratuito, posti limitati.
  • 18 settembre alle 16, conferenza: Anne et James Thomson, ou l’art de vivre sur la colline des Baumettes a cura di Véronique Thuin-Chaudron, professore associato e dottore in storia, docente all'Université Côte d'Azur. Ingresso gratuito, posti limitati.

 
Inoltre dal 28 settembre al 1° ottobre 2021 è previsto un interessante ciclo di incontri:

  • 28 settembre ore 15, Salons et galeries de peinture de la Restauration sarde à l'annexion française a cura di Jean-Paul Potron, curatore capo delle biblioteche, responsabile della Biblioteca Chevalier de Cessole, Nizza.
  • 29 settembre ore 15, La création d’un enseignement artistique à Nice au XIXe siècle a cura di Jeanne Pillon, assistente curatore, responsabile delle mostre, della documentazione e degli archivi del Musée des Beaux-Arts Jules Chéret.
  • 30 settembre ore 15, La retraite niçoise d’un puissant marchand d’art: Ernest Gambart à la villa Les Palmiers a cura di Marion Duvigneau, capo curatore del patrimonio, capo degli archivi Nice Côte d'Azur.
  • 1 ottobre ore 15, Alexis Mossa, un artiste engagé pour le développement des arts à Nice a cura di Johanne Lindskog, curatore del patrimonio, direttore del Museo di Belle Arti Jules Chéret.


Tutti gli eventi sono gratuiti fino ad esaurimento, obbligo di mascherina.
 
Mostra in corso
 
La bataille des Beaux-Arts. Art et politique à Nice au XIXe siècle
Il Museo di Belle Arti Jules Chéret ha una lunga storia, che risale a ben prima della sua installazione sulla collina delle Baumettes.

La mostra “La bataille des Beaux-Arts. Art et politique à Nice au XIXe siècle” la ripercorre, dalla metà dell'Ottocento, quando emergono le aspettative artistiche di quanti vengono a svernare a Nizza e dopo l'annessione alla Francia, fino al 1928, quando viene inaugurato il museo nel Palazzo Kotschoubey-Thomson.

Quali sono state le dinamiche sociali e culturali, gli uomini e le donne che hanno portato avanti questo progetto?

Con quali risultati in termini di presenza di artisti, mostre, mercato dell'arte o anche formazione artistica? Questa mostra è l'occasione per immergersi nell'emergere delle arti visive a Nizza nel XIX secolo.
La mostra è aperta fino al fino al 31 ottobre 2021.

Il musée des Beaux-Arts Jules Chéret si trova al numero 33 di Avenue des Baumettes. E raggiungibile con i mezzi pubblici sia col tram Ligne 2 fermata CUM sia con il bus 38.


Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium