/ Ambiente

Ambiente | 12 settembre 2021, 18:00

PACA: alla scoperta del territorio. Bargème (Foto)

Montecarlonews propone luoghi, itinerari, passeggiate alla scoperta della Regione Provence-Alpes-Côte d'Azur. Le foto sono di Patrizia Gallo e Danilo Radaelli

Bargème, fotografie di Patrizia Gallo e Danilo Radaelli

Bargème, fotografie di Patrizia Gallo e Danilo Radaelli

Ci troviamo nel Var, dove ci conducono questa volta Patrizia Gallo e Danilo Radaelli alla scoperta di un suggestivo villaggio che merita di essere conosciuto: Bargème.

 

 

 

Alcune informazioni con l’aiuto del web. A una ventina di chilometri dalle Gole del Verdon, si trova un adorabile villaggio, autentico e preservato, dove si respira una vera e propria atmosfera di serenità. Classificato tra i più bei villaggi di Francia, Bargème è situato sulla cima di una collina rocciosa, a 1097 metri di altitudine, il che lo rende il villaggio più alto del Var. 

 

Una vista straordinaria sulla valle, sull'altopiano di Canjuers e sul massiccio del Maures.

 

Il villaggio è dominato dal suo antico castello feudale costruito nel XIII secolo. Sebbene sia stata in gran parte distrutto dalle guerre di religione, si possono ancora ammirare il torrione, le sue torri rotonde e le rovine delle mura di cinta.

Bargème è tipico dei vecchi borghi feudali della Provenza, come testimoniano i resti del passato che si possono apprezzare lungo la passeggiata. Si entra nel villaggio attraverso una delle porte fortificate, come la Porte de Garde, per scoprirle.

 

Passeggiando per le stradine si possono ammirare vecchie case, passaggi a volta e bastioni. Un ritorno al passato che incanterà gli amanti dell'architettura antica e del patrimonio medievale.

Città del Var, Bargème è il paese più alto del dipartimento, a 1.097 metri sul livello del mare. Si trova a una quarantina di chilometri da Draguignan e offre una vista mozzafiato sulla valle circostante.

 

 

Borgo medievale, risale al XII secolo Bargème e permette ancora ammirare numerose tracce del suo glorioso passato.

Da vedere
Il castello Sabran-de-Pontevès può ancora essere percorso durante alcune passeggiate i cui circuiti permettono di apprezzare la natura circostante Bargème.

 

La chiesa di Saint-Nicolas seduce gli amanti della bella architettura, compresi i dipinti e le altre pale d'altare che ospita. Quella di San Sebastian, scolpita su legno all'inizio del XVI secolo, attira particolarmente l'attenzione con i suoi pannelli a mezzo rilievo.

 

Ex cappella espiatoria fondata nel 1607, la cappella Notre-Dame-des-Sept-Douleurs fu costruita in seguito alle guerre di religione dopo il massacro del signore del luogo da parte degli abitanti del villaggio.

 

È inoltre possibile ammirare la bellissima cappella Saint-Laurent, situata non lontano dal vecchio mulino Bargème.

 

Precedentemente circondato da bastioni, il villaggio di Bargème ne ha conservato alcune vestigia: in precedenza era accessibile da due porte fortificate che possono ancora essere viste alcune tracce.


Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium