/ Business

Business | 17 settembre 2021, 09:00

575 espositori, 620 barche di cui 141 in anteprima mondiale, e 54 400 visitatori per il Cannes Yachting Festival 2021

Le cifre relative alla frequentazione per questa edizione 2021 sono identiche a quelle del 2019, annata record.

575 espositori, 620 barche di cui 141 in anteprima mondiale, e 54 400 visitatori per il Cannes Yachting Festival 2021

Primo evento nautico in Europa a riaprire i battenti, lo Yachting Festival è stato particolarmente atteso e ha riunito 575 espositori, 620 barche di cui 141 in anteprima mondiale, e 54 400 visitatori provenienti dall’estero per il 50% che sono venuti ad ammirare il meglio dell’offerta francese e internazionale a motore, vela, monoscafo o multiscafo.

Le cifre relative alla frequentazione per questa edizione 2021 sono identiche a quelle del 2019, annata record. In un contesto difficile durante tutto l’anno in corso, il salone è riuscito a prendere forma e a proporre contenuti efficaci in termini di numero di marchi, nuovi prodotti e varietà di imbarcazioni, prodotti e servizi. Nonostante le restrizioni di viaggio imposte dall’attuale situazione sanitaria per alcuni paesi, erano presenti non solo clienti europei ma anche visitatori provenienti da tutto il mondo.

Suddiviso per la seconda volta consecutiva nei due porti di Cannes, il Vieux Port e il Port Canto, lo Yachting Festival ha mantenuto tutte le sue promesse. Dopo due anni di assenza, lo Yachting Festival di Cannes, che si è concluso domenica 12 settembre al termine di 6 giorni di esposizione, si è svolto all’insegna di un’energia e di un entusiasmo condivisi da tutti: espositori, visitatori, fornitori e organizzatori. « Il nostro obiettivo - ambizioso - per questo salone preparato durante il periodo del Covid era di uguagliare l’edizione 2019 in termini di numero di espositori, barche e visitatori. Se il totale di espositori (-7%) e barche (-4%) è leggermente inferiore al 2019, il numero di unità presentate in anteprima mondiale è aumentato del 10% e il numero di visitatori è equivalente, il che è molto positivo in questo frangente. Siamo orgogliosi e felici di questi risultati. Questa edizione ha rappresentato una vera sfida in ogni fase del suo allestimento. Abbiamo costantemente tenuto in considerazione i nuovi vincoli organizzativi in funzione dei cambiamenti legislativi e abbiamo lavorato a stretto contatto ed efficientemente con il prefetto delle Alpi Marittime, il vice prefetto di Grasse e i loro servizi, che ringrazio. Più si avvicinava la data di apertura, più percepivamo, da parte dei nostri espositori e visitatori, la motivazione, l’entusiasmo e la crescente impazienza di ritrovarsi a Cannes. Questa edizione è stata incredibile da preparare e vivere, per loro così come per me e per il mio team. Ne conserverò una straordinaria esperienza umana. Il 2021 rimarrà indimenticabile sotto vari aspetti! », conclude Sylvie Ernoult, direttrice dello Yachting Festival.

UN SETTORE DI ATTIVITÀ E NOVITÀ PER OGNI PORTO

Totalmente dedicato agli attori della nautica a motore con oltre 480 unità da 3 a 50 metri, il Vieux Port ha accolto il nuovissimo spazio riservato alle barche 100% elettriche o ibride con una decina di unità firmate Boote Marian, Candela Speed Boats, E-Sense of Blue, Ecoline, Say Carbon Yachts, Vita Yachts e X-Shore…, una marina per multiscafi a motore e un’area riservata alle prove (situata fuori dal percorso di visita) per facilitare i test in mare e garantire la sicurezza del salone riducendo il traffico marittimo all’interno del porto. Sempre nel Vieux Port, all’interno del Palais, la Luxury Gallery ha riunito una selezione esclusiva di marchi, rinomati o più di nicchia, venuti a presentare le loro novità e le loro competenze ai visitatori appassionati di oggetti di pregio e servizi di alta gamma. All’altro capo della Croisette, le barche a vela nuove erano ormeggiate al Port Canto per la seconda edizione consecutiva, in uno spazio dedicato che ha radunato 110 nuove unità dai 10 ai 35 metri, di cui 20 presentate in anteprima mondiale. Una cornice magica per un’atmosfera «vela» unica: alberi svettanti verso il cielo, mormorio di sartie, bandiere e baluardi al vento... In termini di novità, il Port Canto ha ospitato lo Spazio Innovazione, in collaborazione con Mer Angels e BNP Paribas Banque Privée, per mettere in risalto le start-up «intelligenti» del settore nautico. Dalla progettazione della barca fino alla creazione di contatti tra proprietari e capitani, queste start-up condividono i valori di sostegno e sviluppo dell’economia del mare pur proteggendo allo stesso tempo lo spazio marittimo. Al Port Canto, i visitatori hanno inoltre potuto scoprire, in acqua, lo Spazio Broker che ha presentato una trentina di barche usate dai 22 ai 56 metri disponibili per la vendita o il noleggio. Gli spazi a terra erano occupati dai «toys», giocattoli nautici diventati accessori indispensabili per i grandi yacht o per una giornata in spiaggia. I «toys» sono in continua evoluzione verso prodotti più design, più sportivi, più tecnici e più eco-responsabili.

GREEN ROUTE: UN PERCORSO « VERDE » DA UN CAPO ALL’ALTRO DELLA CROISETTE
Da ormai diversi anni, l’industria nautica è consapevole delle conseguenze della sua attività sull’ambiente. Nonostante norme internazionali vincolanti mirate a proteggere gli ambienti naturali, l’evoluzione procede a rilento. Per partecipare in modo concreto alla transizione eco-responsabile, il salone ha proposto quest’anno un percorso « Green » che ha messo in luce più di 50 espositori che sviluppano o presentano un concetto a favore dell’ecologia. Il percorso ha attirato folle curiose di scoprire queste tecnologie che costituiranno la nautica di domani.

VISITA DEL MINISTRO DEL MARE ANNICK GIRARDIN
La signora Ministro del Mare ha inaugurato lo Yachting Festival alla presenza del Sig. David Lisnard, sindaco di Cannes, della Sig.ra Anne Franckowiak-Jacobs, vice prefetto del distretto di Grasse, del Sig. Jean-Pierre Savarino, presidente della CCI Nice-Côte d’Azur, dei sigg. Hugh Jones e Michel Filzi, rispettivamente presidenti di RX e RX France, del sig. Yves Lyon-Caen, presidente della Fédération des Industries Nautiques, della sig.ra Sylvie Ernoult, direttrice dello Yachting Festival, e di molti funzionari. Dopo il tradizionale taglio del nastro, la signora Ministro ha incontrato gli espositori del Port Canto e del Vieux Port, soffermandosi a lungo presso gli stand, visitando le barche e discorrendo con i professionisti.

Lo Yachting Festival, seguendo la politica globale di RX, è impegnato in una transizione ecologica tesa a migliorare la sua politica di responsabilità sociale d’impresa (o CSR, dall’inglese Corporate Social Responsibility) con l’implementazione di nuove azioni per ridurre l’impatto ambientale della sua attività nel settore degli eventi: - molti documenti, solitamente stampati, sono stati digitalizzati (biglietti di ingresso, rivista ufficiale) o eliminati (piantina visitatori, che sarà inserita nel catalogo del salone, Guida della Vela, Guida VIP) - utilizzo di materiali riciclati e/o riciclabili (arredo dei Villaggi Stampa in cartone riciclato e riciclabile, moquette riciclabile per le corsie e gli stand, segnaletica del salone per la maggior parte riciclabile) A ciò si aggiunge la dedizione dei ristoratori della fiera, dei nostri fornitori di servizi e dei nostri espositori.

 

 

cs

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium