/ Ambiente

Ambiente | 27 settembre 2021, 07:00

Nizza accelera la transizione ecologica: via molti semafori, stazioni elettriche di ricarica, incentivazione ai privati per la sostituzione dei veicoli

Cristian Estrosi ha presentato il piano per la “transition écologique urbaine de la ville et de la Métropole”. Le misure previste che non saranno punitive

Nizza accelera la transizione ecologica: via molti semafori, stazioni elettriche di ricarica, incentivazione ai privati per la sostituzione dei veicoli

Si conoscono i dettagli del piano d'azione di Nizza per accelerare la transizione ecologica.

 


Gli obiettivi, illustrati da Christian Estrosi, nel corso di una conferenza stampa sono:

  • Limitare ulteriormente l'urbanizzazione di colline e valli;
  • Permeabilizzare i suoli con l'obiettivo di una nuova copertura netta del suolo pari a zero in tutta la Métropole;
  • Creare un piano generale delle acque piovane per prevenire il deflusso urbano e il rischio di inondazioni;
  • Dotare le nuove costruzioni di stazioni di ricarica elettrica che giungano all'80% dei punti di sosta e dei garage.

Il Piano di Azione prevede anche un ulteriore importante impulso alla vegetalizzazione della Métropole Nice Côte d’Azur.

 

 

Per quanto concerne Nizza sono previsti numerosi interventi di incremento del verde con l'obiettivo di sviluppare ulteriori 70 ettari di aree fresche grazie a diversi progetti quali:

  • Il grande parco paesaggistico di 20 ettari della pianura del Var;
  • L'estensione della Promenade du Paillon di 8 ettari;
  • L’ultimazione delle reti verdi sugli assi ovest-est del centro città (Grosso - Carabacel)

Per raggiungere l'obiettivo del 55% di emissioni di gas serra sul territorio, la Métropole Nice Côte d’Azur punta in particolare alla mobilità con 2 obiettivi entro il 2026:

  • Bus 100% carbon free;
  • Il 100% dei veicoli di proprietà del settore pubblico alimentati con  energia pulita.

Per andare ancora oltre, senza ricorrere ad un'ecologia punitiva, verranno adottate misure incentivanti come:

  • Un bonus rottamazione di 1000 euro a sostegno dei possessori di veicoli crit'air 5;
  • L'eliminazione del 70% dei semafori in centro città a partire dal 2022;
  • Sperimentazione di una zona a 30 km/h tra Avenue Jean Médecin e Boulevard Carabacel;
  • L'accelerazione della politica di creazione di parcheggi di interscambio con i trasporti pubblici;
  • L'implementazione di stazioni di ricarica elettrica.

 
Per sostenere gli abitanti in questa transizione ecologica, la Métropole Nice Côte d’Azur ha creato uno sportello unico per il rinnovamento e raddoppierà i suoi aiuti per la transizione delle caldaie a gasolio nel 2022.

La Métropole sta, inoltre, adottando diverse misure relative alla prevenzione e alla gestione dei rifiuti, con l'obiettivo di ridurre il volume totale e utilizzare meglio quelli residui.
Per questo :

  • Verrà avviata una campagna tra i commercianti di Nizza con l’obiettivo "Zero plastica";
  • La Métropole presenterà un nuovo programma locale per la diminuzione dei rifiuti domestici e assimilati nel periodo 2022-2026;
  • Sempre la Métropole creerà un centro di smistamento degli imballaggi al fine di garantirne la totale autonomia in termini di trattamento entro il 2026.

Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium