/ Politica

Politica | 30 settembre 2021, 07:00

I sindaci scendono in campo: Christian Estrosi a tutto campo ieri sera al Jardin Albert Ier (Video e Foto)

“Taccuino elettorale”, sindaci di tutta la Francia intervengono alla rentrée autunnale di Estrosi. “Sindaci ed eletti i locali parlano al cuore dei cittadini. I sindaci sono il porto sicuro oggi”. Fotoservizio di Patrizia Gallo

Christian Estrosi ai Jardin Albert Ier il 29 settembre 2021, foto di Patrizia Gallo

Christian Estrosi ai Jardin Albert Ier il 29 settembre 2021, foto di Patrizia Gallo

Ieri sera si è concretizzato il primo “fatto nuovo” della Francia che guarda alle imminenti elezioni presidenziali ed a quelle per il rinnovo dell’Assemblea Nazionale che si svolgeranno la prossima primavera.

 

Sotto il sole di Nizza, prima e, poi, mentre la notte s’impadroniva del Jardin Albert Ier, una serie di Sindaci di importanti città francesi, presenti di persona o attraverso messaggi e collegamenti, si è stretta attorno ad un progetto politico che potrebbe cambiare il futuro francese e determinare l’esito delle elezioni.

Christian Estrosi, uno dei fondatori della France Audacieuse, movimento politico nato nei comuni, con l’adesione di sindaci ed amministratori locali e primo gruppo politico nelle Alpi Marittime con 12 mila iscritti, ha inaugurato la “rentrée” autunnale con un incontro molto partecipato nel cuore della Promenade du Paillon.

 

 

Circa tremila persone, a pochi passi da Place Massena, ad ascoltare Christian Estrosi in un intervento che è spaziato su diversi argomenti, ha toccato i punti sensibili di una nazione che sta perdendo il contatto con i partiti politici, ma che ritrova in prima linea i propri amministratori “più vicini ai bisogni e al cuore dei cittadini”, i sindaci e gli amministratori locali.

 

 

La legge sulle incompatibilità ha costretto gli amministratori locali a scegliere tra l’amministrazione delle proprie città e il seggio parlamentare: buona parte ha optato per i municipi, ma non ha cessato di “fare politica”, anzi si è dimostrato sempre di più l’unico collegamento forte tra i bisogni delle persone e chi governa la nazione.

Questo legame è stato rivendicato da Christian Estrosi: “Sindaci ed eletti i locali parlano al cuore dei cittadini. I sindaci sono il porto sicuro oggi”.

 

Parole che svelano un progetto politico: la France Audacieuse si sta strutturando attorno ai sindaci e alle associazioni degli “amici dei sindaci” diffuse un po’ in tutta la Francia e farà politica, soprattutto al momento della scelta del nome di chi sarà il futuro presidente della repubblica.

 

Dire se questo monumento rappresenterà il supporto indispensabile per Emmanuel Macron per essere rieletto e restare all’Eliseo o se verrà intrapresa una strada diversa è prematuro ed Estrosi ha rinviato ad un altro momento l’annuncio delle sue scelte, ma è chiaro che in una nazione che vede i partiti chiudersi in se stessi, come sta accadendo ai Républicains che sceglieranno al proprio interno il candidato alle presidenziali coinvolgendo in tutta la nazione poco più di 30 mila persone, l’apertura a tutto campo del “partito dei sindaci” costituisce il fatto nuovo atteso da molti.

Anche perché il “perimetro di azione” indicato da Estrosi ieri sera non è solo quello del centro, della destra e dei liberali, ma è soprattutto quello dell’inclusione e della partecipazione più ampia possibile al progetto politico.

Quando, al termine del suo intervento, che proponiamo per intero nella registrazione inserita in questo articolo, sono risuonate le note della Marsigliese a molti non è sfuggito che tra le personalità presenti, giunte da tutte la Francia, vi potrebbero essere il futuro Primo Ministro e alcuni ministri.

L’attuale Presidente della Repubblica, Emmanuel Macron, all’Eliseo deve aver sorriso: una buona notizia non guasta!  




Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium