/ Ambiente

Ambiente | 20 ottobre 2021, 09:00

A Monaco la terza riunione del Comitato per il monitoraggio delle Aree Marine Protette

Un passo importante è stato fatto con la messa a punto/stesura definitiva del piano di gestione delle AMP

A Monaco la terza riunione del Comitato per il monitoraggio delle Aree Marine Protette

La terza riunione del Comitato Nazionale di Monitoraggio delle Aree Marine Protette si è tenuta mercoledì al Museo Oceanografico di Monaco.

Il Principato possiede due Aree Marine Protette (AMP) create rispettivamente nel 1976 e nel 1986 e gestite dall'Associazione Monegasca per la Protezione della Natura (AMPN): l'area marina del Larvotto e l'area marina di Spélugues.

La gestione di queste AMP è stata affidata ad un Comitato Nazionale di Controllo, il cui compito è quello di determinare le principali linee guida per la gestione di queste aree, con l’obiettivo di sviluppare le conoscenze scientifiche, rafforzare i legami con le istituzioni e gli scienziati ed infine, definire le modalità di amministrazione di questi siti.

Nel 2020, l'AMPN ha posto l'accento sulla sensibilizzazione degli adulti e dei giovani attraverso il progetto delle Aree Educative Marine, in collaborazione con le scuole del Principato. Questa iniziativa continua a riscuotere un grande successo.

Inoltre l'associazione prosegue gli studi sull'ambiente e la ricerca scientifica grazie a diverse campagne, condotte in particolare nella Riserva del Larvotto. Un passo importante è stato fatto con la messa a punto/stesura definitiva del piano di gestione delle AMP, che permetterà di formalizzare gli obiettivi a lungo termine per rafforzare la gestione di queste AMP monegasche.

rg

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium