/ Altre notizie

Altre notizie | 23 ottobre 2021, 07:00

“Non occupate gli spazi destinati alla circolazione dei tram”, fioccano le multe (Foto)

Troppi incidenti, troppi rischi sia per chi commette l’infrazione, sia per i passeggeri del tram. Le sanzioni

Ciclisti multati in Avenuie Médecin a Nizza

Ciclisti multati in Avenuie Médecin a Nizza

Lignes d’Azur, la società che gestisce i trasporti tramviari a Nizza, non si stanca di ricordarlo.
È vietato percorrere a piedi o con qualsiasi mezzo gli spazi destinati alla circolazione dei tram.

 

 

Oltre ad essere estremamente pericoloso come testimoniano i tanti incidenti, qualcuno anche mortale, può risultare estremante caro nel caso s’incrociasse qualche agente in vena di fare multe.

 

 

Anche  a piedi è consentito attraversare longitudinalmente la strada, facendo attenzione che  non vi siano tram in arrivo, ma mai percorrerne l’area destinata, così come utilizzare gli spazi con i monopattini , le biciclette o le motorette. Men che meno i veicoli.

 

 

Eppure è sufficiente passeggiare lungo Avenue Jean Médecin per rendersi conto che avviene esattamente il contrario e non passa ora che non si senta l’avviso acustico dei tram invitare pedoni e ciclisti a “togliersi di mezzo”.

Il rischio è che il conducente del tram sia costretto, per evitare un passante o un ciclista, ad utilizzare il “freno rapido” con problemi anche serri per i viaggiatori. Alcuni anni or sono un caso simile finì tragicamente, con la morte di un passeggero.

Certo  gli spazi desinati a tram sono sgombri, si possono percorrere velocemente ed evitano la ressa e il gran traffico di questi gironi, ma “non si può fare”.
Così Ligne d’Azur ha ricordato le sanzioni: 100 euro per chi circola sulle vie dedicate ai tram se si paga subito, altrimenti 140 euro. Se poi si decide di parcheggiare la propria vettura sui binari la sanzione è di 135 euro oltre alla rimozione forzata.


Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium