/ Ambiente

Ambiente | 26 ottobre 2021, 07:00

Nizza, si passa all’elettrico anche per l’immondizia

In sperimentazione in città un compattatore, a scarso impatto ambientale ed acustico

Il compattatore elettrico sul Quai des Etats Unis a Nizza

Il compattatore elettrico sul Quai des Etats Unis a Nizza

Silenzioso e non inquinante: può capitare di imbattersi, in questi giorni, a Nizza in un mezzo per la raccolta dei rifiuti che non fa rumore.

È infatti in sperimentazione un compattatore alimentato ad energia elettrica in grado di raccogliere 11 tonnellate di immondizia e dotato di un’autonomia di 100 chilometri.

Il suo costo si aggira intorno ai 550 mila euro e pare in grado di svolgere egregiamente il proprio lavoro contribuendo a raggiungere l’obiettivo della riduzione dei gas serra del 55% entro il 2030.

 

 

Oltre a non fare rumore quando si sposta, pure la movimentazione dei cassonetti è meno rumorosa e, attraverso un intervento di insonorizzazione del cassone, sarà in grado di ridurre di molto il rumore dei rifiuti quando vengono svuotati.

Qualche polemica da parte degli ecologisti che avrebbero preferito mezzi ad idrogeno rispetto a quelli elettrici, ma, viene fatto notare in municipio a Nizza, la percorrenza di questi compattatori è parecchio lunga, la trazione ad idrogeno verrà utilizzata per mezzi con percorsi più brevi.


Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium