/ Ambiente

Ambiente | 10 novembre 2021, 07:00

“Via i camion dalla Promenade”, il Ministro dei Trasporti autorizza l’adozione di provvedimenti limitativi

Le prime misure in vigore dal 1° gennaio 2022. Sarà istituita una zona a bassa emissione nella quale é vietata la circolazione dei mezzi pesanti più inquinanti. Forse in dirittura di arrivo l'abolizione del Peage a Nice - Saint Isidore

“Via i camion dalla Promenade”, il Ministro dei Trasporti autorizza l’adozione di provvedimenti limitativi

Importanti novità per la Promenade des Anglais: uno dei simboli di Nizza vedrà diminuire progressivamente il traffico pesante.

E’ il risultato della decisione del Ministro dei Trasporti francesi che, pur mantenendo lo status di strada a grande scorrimento per la Promenade, autorizza il Sindaco di Nizza ad adottare tutte le misure necessarie per diminuire la circolazione sulla strada litoranea anche attraverso la deviazione di alcuni convogli eccezionali verso l'autostrada A8.

Christian Estrosi aveva chiesto al Governo il declassamento della Promenade des Anglais dall'elenco delle strade di grande comunicazione così da poter adottare misure per diminuire il traffico stradale, combattere l'inquinamento e proteggere l'ambiente.

 

La classificazione della Promenade a strada di grande collegamento risale ad un decreto ministeriale del 1957 con il quale il lungomare di Nizza veniva trasformato in strada prioritaria per quanto concerne le attività di trasporto e di collegamento.

Ora Jean-Baptiste Djebarri, Ministro dei Trasporti, ha comunicato al Sindaco di Nizza che lo status attuale della Promenade verrà mantenuto unicamente per garantire il transito di convogli eccezionali da Ovest a Est nel Dipartimento.
Si tratta, in pratica, della circolazione di veicoli di lunghezza superiore a 25 metri e 44 tonnellate, le cui deroghe di tonnellaggio sono rilasciate dal Prefetto delle Alpi Marittime.

 

La lettera sottolinea come il mantenimento dello status di strada prioritaria sia necessario per le caratteristiche tecniche delle strutture ingegneristiche (ponti e gallerie) della via Mathis e dell'autostrada A8 che non consentono il transito di veicoli superiori alle 48 tonnellate.

Tuttavia, il Ministro conferma che questo status non è incompatibile con la politica di transizione ecologica e che il sindaco di Nizza è autorizzato ad adottare qualsiasi misura volta a limitare l'accesso al solo traffico stradale non inquinante o fastidioso, vietando, ad esempio, il flusso di trasporto merci.
La nota sottolinea come il sindaco di Nizza sia autorizzato a emettere ordinanze che contribuiscano agli obiettivi del piano di miglioramento della qualità dell'aria, in linea con il piano climatico della città metropolitana che mira a diminuire del 22% le emissioni di gas serra e del 44% le emissioni di inquinanti atmosferici nel 2026 e le 55% di emissioni di gas serra nel 2030.

La comunicazione consente, in sintesi, al sindaco di Nizza di istituire una zona a bassa emissione nella quale sia vietata la circolazione dei mezzi pesanti più inquinanti dal 2022 nel centro della città di Nizza ed anche lungo tutta la Promenade des Anglais e il Quai des Etats-Unis.

Il progetto della ZFE prevede che sia vietata la circolazione di veicoli pesanti di categoria Crit’Air 5 dal 1 ° gennaio 2022, Crit’Air 4 dal 2023 e Crit’Air 3 dal 2024.

Il Ministro ha anche proposto di ridurre il numero di convogli, al di sotto delle 48 tonnellate che utilizzano la Promenade des Anglais e il Quai des Etats-Unis, deviandoli verso l'autostrada A8 o anche via mare quando possibile.

Parzialmente soddisfatto Christian Estrosi che “Pur deplorando il mantenimento del vecchio status della Promenade” ringrazia il Ministro dei Trasporti per aver tenuto conto del “progetto di conservazione e sviluppo sostenibile del lungomare, a beneficio della qualità della vita della gente di Nizza, dell'attrattiva della città e del miglioramento della qualità dell'aria nel centro della città”.

Il Sindaco di Nizza rende omaggio all’azione intrapresa dal ministro Jean-Baptiste Djebbari che sta verificando con la concessionaria dell'autostrada A8, ESCOTA, di abolire il pedaggio di Nizza - Saint-Isidore, consentendo di indirizzare il flusso del trasporto merci verso l'asse di circonvallazione.


Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium