/ Altre notizie

Altre notizie | 26 novembre 2021, 07:00

Nuova fase per la metamorfosi del porto di Nizza (Foto)

Nominata una commissione di concertazione che avrà sei mesi per confrontarsi con quanti operano nel porto, con i cittadini del quartiere e con quanti vogliono esprimersi sulla questione. La presiede Olivier Bettati che “torna” sulla scena nizzarda nuovamente a fianco di Estrosi

Il progetto relativo al porto di Nizza sottoposto a concertazione

Il progetto relativo al porto di Nizza sottoposto a concertazione

A metà settembre Christian Estrosi aveva lanciato la proposta di una totale rivisitazione del Porto di Nizza e aveva mostrato le prime bozze progettuali atte a cambiarne l’aspetto.

Il porto è destinato a diventare più verde e pedonale, a trasformarsi anche in un luogo d’incontro e di socializzazione con un accesso diretto alle acque nei pressi del Monument aux Morts.

 

 

L’ipotesi progettuale definisce il nuovo assetto del porto con modifiche anche radicali dello scalo portuale della città.

L’attuale parcheggio vicino alla diga foranea ed al molo che porta al faro sparirà al suo posto un’area verde con accesso al mare. Definito "Isola di calore", sarà sostituito da un parco alberato.

 

 

Inoltre i battelli più inquinanti (dalle cementiere ai traghetti) ormeggeranno esclusivamente a ridosso del Quai du Commerce, mentre Boulevard Stalingrad, a doppio senso di marcia, consentirà la pedonalizzazione del Quai des Deux-Emmanuels.

 

 

E’ stata ora avviata la fase di concertazione creando un comitato consultivo che avrà sei mesi di tempo durante i quali si confronterà con quanti operano nel porto, con i cittadini del quartiere e con quanti vorranno esprimersi sulla questione.

 

La commissione è composta da eminenti personalità ed è presieduta, e qui sta la sorpresa, da Olivier Bettati, già primo adjoint di Estrosi, dal quale si era allontanato per un avventura nella estrema destra e quindi aveva tentato la strada elettorale a Menton.

Ora Bettati torna nella sua città con un incarico “di peso” che, secondo gli osservatori politici locali, potrebbe rivelarsi anche il trampolino per una candidatura alle elezioni politiche del prossimo anno nello stesso collegio ove si candiderà l’attuale nemico numero 1 di Estrosi, il deputato della “destra – destra” repubblicana Eric Ciotti.





Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium