/ Ambiente

Ambiente | 17 gennaio 2022, 18:00

Sentieri della Costa Azzurra: intorno al Mont Cima (Foto)

Montecarlonews propone luoghi, itinerari, passeggiate alla scoperta del Dipartimento delle Alpi Marittime. Le foto sono di Danilo Radaelli

Sentieroattorno al Mont Cima, fotografie di Danilo Radaelli

Sentieroattorno al Mont Cima, fotografie di Danilo Radaelli

Percorso invernale per Danilo Radaelli che ci porta dalle parti del Mont Cima in un sentiero a tratti caratterizzato da piccole aree ghiacciate.

 

 

Il Mont Cima (878 m) é la più alta delle quattro montagne situate tra Var e Paillon, immediatamente a nord della città di Nizza: le altre tre vette sono Mont Macaron, Mont Chauve de Tourrette e Mont Chauve d'Aspremont.

 

 

A nord del percorso, a monte dell'abitato di Saint-Blaise, si trova la località denominata “le Castel” dove sorgono i ruderi di un castello abbandonato del XIV secolo: sono ben visibili il mastio e le mura merlate.

 

Il sentiero include per buona parte il territorio di nel territorio del comune di Aspremont.
Dall'alto del suo promontorio, Aspremont domina ancora la pianura del Var, come nel Medioevo, dove il villaggio era una roccaforte dei conti di Provenza, poi di Chateauneuf, Chabaud, Marquesan, Borriglione e altre grandi famiglie nobili.
Visitandolo si resta incantati da un superbo borgo arroccato che ha conservato qualche ricordo dei tempi lontani: la piattaforma dell'antico castello, alla sua sommità e, più a nord, sul Monte Cima, il primitivo villaggio, di cui rimangono alcuni ruderi.

 

Anticamente fortificato, Aspremont è un particolare borgo collinare: le case sono posizionate a spirale, costruite a cerchi concentrici intorno alla sua bella chiesa gotica e formano una sorta di corona alla sommità della collina.
Il paese è inoltre circondato da terrazzamenti circolari coltivati, dove crescono alberi da frutta, viti e olivi tipici della macchia mediterranea.

 


Aspremont è dominato dal Mont Chauve, vetta alta 1053 metri, su cui si erge ancora un forte in disuso: il Fort d'Aspremont, costruito alla fine del XIX secolo, di cui rimane il recinto, un fossato attraversato da un ponte, casematte su tre livelli, una polveriera.

 

Una visita al villaggio di Aspremont richiede un minimo sforzo fisico (scale molto ripide) ma si è ricompensati: vicoli acciottolati, passaggi a volta, alcune magnifiche case medievali in pietra da taglio, facciate colorate, giardini ti e terrazze fiorite, piccole fontane e grandi e, ovunque ci si trovi, la stessa abbagliante vista del mare in lontananza.







Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium