/ Altre notizie

Altre notizie | 16 maggio 2022, 07:00

Nizza si mobilita contro l’omofobia e la transfobia

Fotografie lungo la Promenade du Paillon, da oggi monumenti illuminati con i colori della bandiera arcobaleno, simbolo della comunità LGBT+ dal 1978

Una manifestazione a Nizza contro la trasnsfobia (Foto di Patrizia Gallo)

Una manifestazione a Nizza contro la trasnsfobia (Foto di Patrizia Gallo)

Il 17 maggio è la Giornata internazionale contro l'omofobia e la transfobia: sebbene la situazione, in Francia, sia migliorata per le persone LGBT+ in quasi 20 anni, grazie in particolare all'evoluzione della legislazione, persistono discriminazioni e violenze.

Nizza è considerata oggi come una delle città francesi più "gay-friendly": la città è impegnata per la parità di diritti, contro l'odio, la violenza e la discriminazione.

 

Fino a domenica 22 maggio, la campagna nazionale "Essere e amare" dell'associazione SOS omofobia troverà diffusione a Nizza, lungo Promenade du Paillon e, in formato digitale, in tutto il territorio cittadino.
Saranno proposti otto ritratti di lesbiche, gay, bisessuali, trans di ogni provenienza ed età, che incarnano la diversità, l'inclusione e la positività.

 

 

Questa campagna offre l'opportunità a ciascuno di mettersi in discussione e di riflettere sui propri pregiudizi. Un modo per fare prevenzione in modo diverso diffondendo un messaggio di benevolenza, positività e tolleranza.

 

Da oggi lunedì 16 maggio a mercoledì 18 maggio compresi, la Tour Bellanda, il Palais de Justice, il Parc Phoenix e la Tête Carrée saranno illuminati con i colori della bandiera arcobaleno, simbolo della comunità LGBT+ dal 1978.

Nel 2022, nonostante la progressiva depenalizzazione, l'omosessualità rimane illegale in 68 paesi in tutto il mondo. Tra le pene subite: multe, reclusione e, a volte, la pena di morte.



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium