/ Ambiente

Ambiente | 06 agosto 2022, 18:00

PACA: alla scoperta del territorio. Oltre il Colle dell'Agnello (Foto)

Montecarlonews propone luoghi, itinerari, passeggiate alla scoperta della Regione Provence-Alpes-Côte d'Azur. Le foto sono di Guglielmo Talarico

Parc Regional du Queiras, fotografie di Guglielmo Talarico

Parc Regional du Queiras, fotografie di Guglielmo Talarico

Montecarlonews propone un’escursione in un territorio che si trova a due passi dall’Italia, giusto oltre il Colle dell’Agnello.
Ad accompagnarci, con le sue immagini, un appassionato della montagna, Guglielmo Talarico: le sue fotografie ci conducono nel territorio del Dipartimento delle Hautes Alpes nella Regione del PACA.
Un’area di notevole bellezza posta oltre il valico estivo che consente di raggiungere, attraverso la Valle Varaita, uno dei territori più suggestivi del versante francesi delle Alpi.

Il lac Foreant,a  2618 m.,visto da 2900 m circa

Siamo all’interno del Parc Regional du Queiras, dove, quasi si trattasse di diapositive in sequenza, si gode della vista del Lac Foreant e del Mont Pain de Sucre (3208 m.).
Monti, laghi e villaggi sono inseriti nel Parco Regionale che comprende anche la Reserve Naturelle National de Ristolas- Mont Viso.

Capolavoro della natura in materia di stratificazione delle rocce

I villaggi da visitare per un’indimenticabile gita, sono St. Veran, Chateau Queiras, Molines en Qyeiras e Ceillac.
Le immagini ci consentono di scoprire un vero capolavoro della natura in materia di stratificazione delle rocce, a sinistra il Pain de Sucre e il Pic d'Asti, cime che superano i 3200 metri e il Lac Foreant, posto a 2618 metri, visto dall’alto, con fotografie scattate a circa 2900 metri di altitudine.

A sinistra le Pain de Sucre,al centro il Pic d'Asti,entrambi di poco più alti di 3200 m

Qualche notizia, con l’aiuto del web, sul Parc Naturel Régional du Queyras

Il Parco Naturale del Queyras si estende per 65.000 ettari nel nord-est del dipartimento delle Hautes-Alpes, al confine italiano. È il parco naturale regionale meno popolato della Francia, con solo 2300 abitanti distribuiti in 10 comuni. Camosci, marmotte, lepri e pernici si sono appropriati di questo territorio dove la natura è preservata.


Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium