/ Business

Business | 29 agosto 2022, 07:00

Come creare, gestire e archiviare le password in modo sicuro

In media, una persona ha dozzine, se non centinaia, di account online da gestire, ognuno dei quali richiede il proprio nome utente e password.

Come creare, gestire e archiviare le password in modo sicuro

Siamo realisti, mantenere il controllo della tua vita digitale può essere un incubo di questi tempi. In media, una persona ha dozzine, se non centinaia, di account online da gestire, ognuno dei quali richiede il proprio nome utente e password. Il motivo è semplice: sempre più persone usano Internet e i social, perché moltissimi servizi si sono spostati in rete.

Avere credenziali di accesso solide è essenziale per proteggere la tua identità e impedire che i tuoi dati cadano nelle mani di malintenzionati. Tuttavia, semplicemente non c'è modo di tenere traccia mentalmente di tutte quelle password, soprattutto se sei un buon cittadino digitale e utilizzi combinazioni alfanumeriche univoche per ciascuna password.

Perché è così importante avere una buona password?

Avere una buona password è importante per un motivo molto semplice: impedisce l'accesso non autorizzato ai tuoi dispositivi fisici e agli account online. Se la tua password è facile da decifrare e rientra tra le password più comuni, un criminale informatico potrebbe essere in grado di accedere alla tua banca, ai social media, alla posta elettronica e ad altri account privati, il che potrebbe avere un effetto devastante sulla tua vita. L'importanza di avere password complesse è particolarmente pronunciata per le piccole imprese.

Non solo i titolari delle aziende devono garantire che i loro dati critici siano al sicuro per ridurre al minimo i tempi di inattività, ma devono anche fare tutto il possibile per proteggere le informazioni personali dei propri clienti, che potrebbero essere archiviate nel sistema dell'azienda. Le piccole imprese spesso si trovano nel mirino degli hacker, poiché in genere non hanno le risorse per avere a disposizione un team di sicurezza IT dedicato ed i criminali informatici lo sanno bene.

Naturalmente, niente di tutto questo dovrebbe essere una notizia scioccante. In effetti, probabilmente sei stanco degli esperti di sicurezza che ti dicono di migliorare la forza delle tue password. Tuttavia, le password più popolari (cioè le peggiori), sono facilmente violabili, come ad esempio: "12345", "123456" e "123456789" e così via. 

Come creare una buona password sicura

Una buona password è quindi una parte importante del tuo sistema di difesa, ma cosa significa in pratica? Ebbene, quando si tratta di best practice per le password, le cose sono cambiate molto negli ultimi anni. In 20 anni di sforzi, siamo riusciti ad addestrare tutti a utilizzare password difficili da ricordare per gli esseri umani, ma facili da indovinare per i computer. In passato, la regola generale era che la tua password dovesse essere il più complessa possibile. Come utente diligente di Internet, ti sei assicurato che la tua password includesse numeri, simboli e lettere maiuscole e minuscole.

La creazione di una password complessa non deve essere difficile. Ecco tre regole di base per creare una password complessa:

La lunghezza

La pietra angolare per creare una buona password è passata dalla complessità alla lunghezza. Ogni carattere aggiuntivo rende la tua password esponenzialmente più resistente agli attacchi informatici. Quindi una buona password può essere creata semplicemente mettendo insieme un mucchio di parole casuali in una lunga frase. Più è lunga, meglio è. Ti consigliamo di puntare a un min

Uso singolo

Come abbiamo già accennato, il riutilizzo della stessa password per più siti Web, app o dispositivi ti espone a tutti i tipi di rischi inutili. Sì, potresti avere dozzine o addirittura centinaia di account da gestire, ma ciò non giustifica il riciclaggio delle tue credenziali. Rendi ogni password unica e sicura, anche se è per un servizio che utilizzerai solo una o due volte. C'è sempre una possibilità, per quanto piccola, che un giorno fornirai a questi "piccoli servizi" i dati della tua carta di credito, ed è probabile che ti dimentichi di rafforzare la tua password quando sarà il momento.

Tutto deve essere casuale

Oltre alla lunghezza, è importante che anche la tua password sia casuale. Se scegli di utilizzare una serie di parole casuali, non fare affidamento sul tuo cervello per evocare alcune parole apparentemente "casuali", poiché è probabile che quelle parole saranno più facili da indovinare di quanto pensi.

Infatti, i criminali informatici possono affidarsi a tecniche di vario tipo per cercare di indovinare, anche automaticamente usando degli specifici software, le tue password. In questi casi si usano dei software che usano dei database pieni di tutte le password più usate e comuni al mondo. In altri casi invece, i malfattori fanno affidamento al phishing per sottrarre le nostre credenziale, che può avvenire sotto forma di una chiamata telefonica (il vishing) oppure via SMS (lo smishing), oltre alle classiche email di phishing.

Avere password sicure significa quindi avere password casuali e uno dei modi migliori per ottenerle è usare un generatore di password affidabile per produrre combinazioni di caratteri veramente casuali. Allo stesso modo, evita di usare frasi comuni, citazioni e riferimenti alla cultura pop e password significative dal punto di vista personale, come compleanni, nomi di animali domestici, ecc. Quest'ultimo punto aumenta il rischio di essere hackerato manualmente da un criminale particolarmente studioso che potrebbe setacciare la tua presenza online alla ricerca di indizi sulla password.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium