/ Eventi

Eventi | 17 settembre 2022, 20:00

Entra nel vivo la 61^ edizione della Mostra del Fungo di Ceva [FOTO E VIDEO]

Questa sera alle 18 in piazza Vittorio Emanuele II il taglio del nastro e la consegna del premio sentinella glocal del territorio e del Fungo d'oro

Entra nel vivo la 61^ edizione della Mostra del Fungo di Ceva [FOTO E VIDEO]

Grande ritorno per la 61^ Mostra Nazionale del Fungo di Ceva, tra tradizione e innovazione.

Da questa mattina i soci del Gruppo Micologico Cebano "Rebaudengo-Peyronel" insieme ad altri micologi, hanno classificato i funghi che potranno essere ammirati nel week-end sotto i portici di via Marenco. 

"Abbiamo cercato di innovare la fiera - afferma il sindaco di Ceva, Vincenzo Bezzone "siamo convinti che queste manifestazioni debbano essere coordinate per comunicare e promuovere l'intero territorio. Tra le novità abbiamo creato un'area sportiva ed outdoor e un'area food che somministrerà esclusivamente prodotti locali, una mostra dedicata all'autenticità". 

"Dopo due anni di pandemia torniamo agli splendori delle migliori edizioni - spiega Giorgio Raviolo, presidente del Gruppo Micologico Cebano - sotto i portici di via Marenco alcune centinaia di funghi freschi, classificati dai nostri soci micolici, coordinati dal direttore scientifico della mostra Nicolò Oppicelli. Si potrà vedere inoltre la collezione dei funghi liofilizzati, ma anche l'esposizione di essenze arboree, erbe e piante commestibili e velenose. Ringrazio tutti i volontari e i soci che come sempre non fanno mancare passione e dedizione per rendere tutto questo possibile". 

Nonostante la siccità, grazie a un ottimo lavoro di squadra, saranno alcune centinaia gli esemplari che comporranno l'esposizione, arricchita dal fungo più grande, donato da una signora di Ceva, fino al più piccolo. 

L'edizione 2022 si arricchisce con tante novità, tra queste l'area dedicata allo sport e all'outdoor, realizzata in sinergia con le associazioni locali che proporrà anche una palestra di roccia con istruttori, noleggio e tour in bicicletta, trekking con guida naturalistica, evoluzioni di BMX con la partecipazione del campione Alessandro Barbero e dimostrazioni con possibilità di utilizzo delle attrezzature sciistiche per disabili a cura dell’associazione DiscesaLiberi

IL PIATTO 2022

Dal 1977 il Gruppo Micologico Cebano realizza un piatto commemorativo (in numero limitato di pezzi) per ciascuna edizione della Mostra del Fungo. Il disegno del fungo sopra riprodotto reca la firma di Ernesto Rebaudengo (considerato uno dei migliori disegnatori scientifici di funghi dal vivo) nella prima parte della serie, fino alla sua prematura scomparsa. La sua “eredità” è stata poi raccolta da Maurizio Galliano, grafico e socio del Gruppo. A questo si deve il cambio di stile nello sviluppo della collezione. Perché tali sono i piatti commemorativi: pezzi da collezione.

IL PREMIO SENTINELLA GLOCAL A EDOARDO RASPELLI 

La cura del territorio si declina in tanti modi: rispetto dell’ecosistema e della biodiversità, tutela delle tradizioni, salvaguardia e promozione delle peculiarità che di un territorio sono dna, vetrina e spinta ad un’economia sostenibile. Ci vuole chi se ne faccia tutore, paladino e narratore, senza mai sottovalutare - in un mondo “global” - ciò che è preziosamente “local”. Da questa convinzione nasce il Premio “Sentinella Glocal del territorio”, ideato a Ceva dal Gruppo Micologico Cebano “Rebaudengo - Peyronel”. Nell’albo d’oro quest’anno si aggiunge un’altra prestigiosa personalità: Edoardo Raspelli, giornalista e critico gastronomico, scrittore e autore di trasmissioni televisive. Raspelli verrà insignito del Premio alla cerimonia in programma sabato 17 settembre, alle 18.

MARIO BARELLO RICEVE IL FUNGO D'ORO

Mario Barello, insegnante e storico direttore del Cfp-Cemon, il premio "Fungo d'oro".

Un riconoscimento "Per i 40 anni dedicati all’Inapli, che ha contribuito a trasformare nel Centro di formazione professionale Cebano Monregalese, diretto fino alla pensione. Una scuola, dove ha a lungo insegnato, che ha preparato e prepara al lavoro generazioni di ragazzi. E che lui ha saputo guidare quando, per ben tre volte, ha dovuto risollevarsi dal disastro di altrettante alluvioni e oggi rappresenta un fiore all’occhiello della città e del territorio".

“La 61ª Mostra nazionale del Fungo si arricchisce da quest’anno di nuove aree e si pone un obiettivo concreto di valorizzazione e condivisione del patrimonio locale, che sarà la struttura portante di ogni attività.” – spiega Romana Daniello dell’Unimont servizi -  Sostenibilità è la parola chiave per guardare al futuro in modo realistico e costruttivo. Vogliamo che la manifestazione sia opportunità, per le aziende che vi partecipano e per i visitatori, di scoprire questo patrimonio e con esso la bellezza dei territori che lo custodiscono. Territori che abbiamo raccontato già a partire dal mese di giugno sul sito www.terreautentiche.it, grazie a sei itinerari lungo i quali le mappe interattive segnalano la presenza di produttori, artigiani, ristoranti e alloggi."

PITTORI DEL TERRITORIO IN MOSTRA 

Nello splendido quadro barocco, delineato dalle eleganti forme della chiesa dell’Arciconfraternita di Santa Maria e Santa Caterina, dell’architetto Gallo, si aprirà la mostra “Artisti del Territorio”, curata dall’associazione “Ceva nella Storia”

 “Abbiamo pensato di dare risalto e importanza agli artisti presenti sul territorio iniziando con quattro pittori nostrani, in manifestazioni successive proseguiremo con altri protagonisti." - queste le parole della presidente dell'associazione, Barbara Florio - "Lo scopo è quello di far conoscere quanto di prezioso abbiamo e ringrazio il consigliere comunale Renato Casti per la collaborazione”.

NOVITA'

Tra le principali novità della manifestazione di quest’anno: in piazza Vittorio Emanuele sarà ospitata l’area denominata “Mercato delle Terre Autentiche di Piemonte”, dedicata ai produttori provenienti dai Comuni dell’Unione Montana. Questo territorio, di cui la Città di Ceva è la porta di accesso e il cuore, rappresenta una ricchezza straordinaria dal punto di vista della biodiversità e delle produzioni agricole e artigianali, in parte ancora da scoprire. Nel cuore di quest’area sarà possibile acquistare i funghi, sia freschi che trasformati in conserve ed essiccati. L’area dedicata alla “Fiera dei produttori del Piemonte” avrà come spazi dedicati il viale lungo Cevetta e le principali vie che portano verso il centro storico ed accolgono i visitatori. CI saranno poi menù di tutti i punti cucina e in particolare di quella centrale in piazza Gandolfi, costruiti avendo cura di far gustare ricette non solo tradizionali, ma soprattutto create con prodotti strettamente del territorio, tra cui naturalmente protagonista sarà il fungo. Gli ospiti avranno quindi a disposizione dei menù dove sono citati i produttori da cui provengono gli ingredienti di ogni piatto. Fra i piatti: funghi fritti, ravioli di Ceva ai funghi porcini e il panino alla frittata che si fregiano della De.Co. (denominazione comunale), ma anche salumi, formaggi, carni di produttori locali e altro. Abbinati da quest’anno ai vini e alle birre dei produttori del territorio.

Altra novità riguarda gli appassionati di sport outdoor e i giovani che potranno trovare nella zona del Borgo Sottano, tante attività da fare, tra cui l’arrampicata grazie alla parete artificiale e alle guide della locale sezione Cai, escursioni in e-bike e percorsi trekking alla scoperta della Langa Cebana, emozioni con lo spettacolo del campione italiano di Bmx Freestyle Alessandro Barbero. Musica, birre artigianali, Alta Langa e polenta saracena daranno gusto ed energia a questa zona.

Le esperienze culturali celebreranno, oltre al patrimonio storico e architettonico locale, anche il talento di artisti locali grazie alla mostra che si svolgerà all’interno della chiesa dell’Arciconfraternita di Santa Maria e Santa Caterina. E ancora: un laboratorio per bambini organizzato dal prof. Paolo Pavarino, appassionato custode e divulgatore della cultura gastronomica locale, in collaborazione con la condotta Slow Food della Val Bormida, durante il quale i piccoli “allievi” cuochi impareranno a preparare e cucinare uno speciale hamburger a base di Moco, antico legume che la Condotta si sta impegnando a preservare, condito con la versione locale della “ketchup” e cioè un delizioso bagnetto rosso.

IL PROGRAMMA COMPLETO

SABATO 17

  • Dal mattino. Portici di via Marenco

“Così nasce la Mostra”: allestimento dell’esposizione scientifica dei funghi freschi e liofilizzati, di essenze arboree, erbe commestibili e velenose a cura del Gruppo Micologico Cebano

  • Ore 10-18. Museo del Fungo

Visite al Giardino botanico del Museo del Fungo

  • Ore 15. Chiesa di Santa Maria e Santa Caterina

Artisti del Territorio. Opere dei pittori Tanchi Michelotti, Franzi Stringa, Livio Raimondi e Giada Grasso,

  • Ore 15.30 Piazza Vittorio Emanuele II

Concerto dell’Istituto civico musicale di Ceva

  • Ore 18 Piazza Vittorio Emanuele II

Inaugurazione della 61° Mostra del Fungo, con cerimonia di consegna del “Fungo d’Oro 2022” e del Premio “Sentinella Glocal del territorio”

  • Dalle 19 Piazza Gandolfi

Cucine aperte col cibo del territorio e la partecipazione dell’Enoteca regionale

  • Ore 20,30 Bocciodromo

Finale del torneo di bocce “Fungo d’oro” - Memorial Maria Pia e Bruno Muratore

  • Ore 21 Piazza Vittorio Emanuele II

Il grande show di Raul Cremona

  • Ore 22,30 Fuochi artificiali
  • Dalle 23 Piazza Vittorio Emanuele II

La Notte Bianca 

DOMENICA 18

  • Dal mattino Portici di via Marenco

Esposizione scientifica di funghi freschi e liofilizzati, essenze arboree, erbe commestibili e velenose a cura del Gruppo Micologico Cebano

  • Dal mattino. Chiesa di Santa Maria e Santa Caterina

Artisti del Territorio. Opere dei pittori Tanchi Michelotti, Franzi Stringa, Livio Raimondi e Giada Grasso

  • Nel pomeriggio. Via Marenco

Lezioni itineranti sui funghi in mostra con Niccolò Oppicelli

  • Ore 10-18 Museo del Fungo

Visite al Giardino botanico

  • Ore 10-18 Campanone

Visite alla torre campanaria a cura del Cai

  • Nel pomeriggio Centro storico

In mostra con Telecupole

  • Dalle 12 Piazza Gandolfi

Cucine aperte col cibo del territorio e la partecipazione dell’Enoteca regionale

  • Dalle 12- Piazza della Libertà

Tradizionale polenta e funghi alla Brenta

  • Alle 14,30 Piazza Vittorio Emanuele II

Danza con El Fuego Latino

  • Alle 15 Piazza Vittorio Emanuele II

Laboratorio di cucina per bambini a cura dello chef Paolo Pavarino e della condotta Slow Food Valli della Bormida.

  • Alle 15,30 Piazza Vittorio Emanuele II

Spettacolo della scuola di danza Doppie Punte

  • Alle 17 Piazza Vittorio Emanuele II

Concerto della Banda musicale “Adriano-Bersone-Masenti” di Ceva

  • Dalle 9 Centro storico

Stand dei prodotti del territorio

Esibizioni dei cantori

  • Alle 19 Palazzetto dello sport

Finale del torneo di basket “Fungo d’oro” - Memorial Silvio Gamba

Nell’area sportiva al Borgo Sottano

  • Esibizioni del pluricampione italiano di Bmx Alessandro Barbero
  • Ore 10-18: palestra di roccia per arrampicata a cura del Cai di Ceva
  • Ore 10-18: dimostrazione e possibilità di utilizzo delle attrezzature sciistiche per disabili con DiscesaLIberi
  • Ore 9-19:  possibilità di escursioni in bike e a piedi, con possibilità di noleggio e-bike a cura di Granda Bike Tour
  • Ore 10-18: stand istituzionali delle associazioni sportive cebane
  • Ore 11-18: musica dal vivo, cover dei Street of MInd e G.Farmerz
  • Dalle 12: cucina delle erbe, polenta saracena, aperitivi, bollicine Alta Langa e birrifici artigianali

L’evento si inserisce nella vivace programmazione autunnale dedicata alla promozione delle eccellenze enogastronomiche del Piemonte che vedranno un momento internazionale ad Alba con la Global Conference in Wine Tourism.

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium