Business - 20 settembre 2022, 07:00

5 cose da fare quando si compra un’auto nuova

Acquistare un’auto nuova è sempre una gioia, specie per gli amatori e i più giovani alla prima esperienza

5 cose da fare quando si compra un’auto nuova

Acquistare un’auto nuova è sempre una gioia, specie per gli amatori e i più giovani alla prima esperienza. Si tratta, del resto, di una spesa abbastanza significativa e, per questo motivo, essa porta con sé tutta una serie di spese da tenere assolutamente in considerazione. Non solo, trovare l’auto perfetta per le proprie esigenze non è sempre un’impresa facile e, anzi, può essere il frutto di una ricerca ampia e protesa lungo un arco di tempo dilatato.

Proprio per questo motivo, risulta fondamentale, una volta scelta l’auto e averla impegnata per l’acquisto, procedere con tutte le pratiche di routine che vi permetteranno di acquisirla e di circolare in serenità. Soprattutto chi è alla prima auto, infatti, potrebbe rimanere stupito dalla mole di cose da fare e di fattori da tenere in considerazione quando si acquista un’auto. Si tratta, principalmente, di importanti iter burocratici, obbligatori per la circolazione.

Questa guida, mira a fornirvi il background adeguato a potervi orientare nelle fasi successive all’acquisto, garantendovi un’immediata messa su strada del veicolo senza troppi intoppi provenienti dalle disattenzioni o dai ritardi tecnici a cui, talvolta, queste pratiche sono irrimediabilmente e fastidiosamente legate. Scopriamo, quindi, quali sono le 5 cose da fare quando si acquista un’auto nuova.

Scegliere il tipo di pagamento

Dopo aver scelto l’auto ed esserci accertati che il prezzo rientri nel nostro budget, dovremo definire insieme al venditore in concessionario il metodo di pagamento, l’eventuale anticipo richiesto e, in caso di finanziamento, il tipo di rata che intendiamo pagare mensilmente. Tutte queste spese, infatti, vanno considerate in via preventiva e, soprattutto, bisogna tener presente cosa sia incluso all’interno del canone mensile. Molti venditori, infatti, includono nelle rate servizi aggiuntivi come la polizza furto e incendio o i costi burocratici della finanziaria stessa.

Immatricolazione della vettura

Dopo aver acquistato l’auto entreremo in possesso di un permesso di circolazione provvisorio che durerà trenta giorni. Questo documento ci permette di richiedere la registrazione del veicolo alla Motorizzazione Civile e il rilascio del libretto di circolazione al Pubblico Registro Automobilistico. In linea generale, dopo aver inoltrato la richiesta per ottenere la documentazione, il tempo utile all’elaborazione di quest’ultima ammonta a più o meno tre giorni lavorativi. Attraverso questo iter sarà possibile ottenere targa e libretto di circolazione, utili a guidare in maniera tranquilla e lecita il proprio nuovo veicolo. Dopo 60 giorni dalla conclusione di questa pratica, poi, dovremo procedere con l’iscrizione della vettura al PRA per ottenere il certificato di proprietà.

Controllo dei documenti

Una volta prese in carico e svolte le varie fasi preliminari volte alla messa in regola del veicolo dal punto di vista burocratico, potremo passare i documenti al vaglio, per intervenire in caso di difformità. In questa fase, dovremo considerare la ricevuta fiscale, i dati di immatricolazione, il certificato di assicurazione e i documenti contenenti i dettagli del finanziamento o delle rate. Questa documentazione va tenuta sotto controllo, al fine di essere consapevoli dell’acquisto e delle responsabilità ad esse relativo che, come già accennato in precedenza, non sono di certo poche.

Assicurare il veicolo

Una delle cose più importanti da fare quando si acquista un veicolo è, inoltre, rivolgersi ad un’agenzia di assicurazioni auto al fine di sottoscrivere una polizza ed essere salvaguardati in caso di sinistri o danni di altro tipo arrecati alla vettura. In questa fase, sarà fondamentale scegliere il tipo di polizza più congeniale per le proprie esigenze, al fine di garantirsi un utilizzo in sicurezza della vettura in ogni contesto. L’RCA è la polizza assicurativa volta alla copertura dei danni causati da altri mentre si guida, ma le polizze possono variare in funzione dei piani che si intende sottoscrivere. 

Proteggere l’auto

Un ultimo step consigliato quando si acquista un’auto nuova, a prescindere dal suo costo, è quello di attuare delle misure di protezione, utilizzando finiture o pellicole antigraffio, sottoponendola ad un trattamento nanotecnologico e acquistando accessori come parasole e teli protettivi. I procedimenti più complessi vengono realizzati da officine specializzate, mentre gli altri accessori possono essere montati tranquillamente in casa, venendo utilizzati per riporre l’auto in sicurezza o per proteggere gli interni dal sole durante le giornate in cui i suoi raggi sono talmente forti da poter mettere a rischio le plastiche.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU