/ Eventi

Eventi | 29 settembre 2022, 19:00

Rhapsody e Démons et Merveilles: grande spettacolo all’Opéra di Nizza

Il Ballet Nice Méditerranée propone uno spettacolo unico sotto la direzione musicale di Léonard Ganvert e con la partecipazione dell'Orchestre Philharmonique de Nice: l’appuntamento è per questo fine settimana con prosecuzione anche martedì e giovedì della prossima

Rhapsody e Démons et Merveilles all’Opéra di Nizza

Rhapsody e Démons et Merveilles all’Opéra di Nizza

Il Ballet Nice Méditerranée propone uno spettacolo unico sotto la direzione musicale di Léonard Ganvert e con l'eccezionale partecipazione dell'Orchestre Philharmonique de Nice: l’appuntamento è per questo fine settimana con prosecuzione anche martedì e giovedì della prossima.
L’appuntamento è con due spettacoli in uno.

 

Rhapsody è un balletto che affascina per il modo con cui il coreografo Oscar Araiz riesce a distribuire il movimento. Già il suo Adagietto ipnotizzava lo spettatore, in questo caso il coreografo segue uno schema più accidentale.
Il balletto è come un gioco di biglie in cui le sfere, trasportate dalle note di Rachmaninov, rotolano lentamente a terra per poi scontrarsi in modo caotico: “Rhapsody è come un lancio di dadi. Se riusciamo a percepire il movimento iniziale che innesca la sequenza coreografica, il resto è un gioco d'azzardo”.

Per il coreografo: “Rhapsody è un gioco di energie, come lo si può percepire attorno a un tavolo da gioco o nei rapporti dei diversi timbri di un'orchestra. C'è sempre un coordinatore di queste energie: un croupier, un leader, ma anche il fattore esterno quali la fortuna o il caso”.
Non appena si alza il sipario, i ballerini si schierano di fronte a un personaggio centrale che assegna a ciascuno un movimento come se stesse distribuendo carte. Poi gli artisti seguono i loro destini e la coreografia nasce davanti ai nostri occhi attraverso cerchi e diagonali che si formano solo per disintegrarsi immediatamente.
Rhapsody gioca sottilmente con il caso e dà l'impressione inquietante che il movimento non sia né del tutto casuale né del tutto circoscritto.

 



Ispirato al film Les Visiteurs du soir, diretto da Marcel Carné nel 1942, Démons et Merveilles combina il mondo della danza con quello del cinema per immergersi nell'atmosfera di un set cinematografico.

Julien Guérin, che lì firma il suo primo pezzo per il Ballet Nice Méditerranée nel 2019, ha trasposto gli amori medievali di Gilles e Anne negli anni '40, periodo in cui Carné e Prévert avrebbero voluto situare l'azione del loro film se la censura di Vichy non li avesse fermati.

Démons et Merveilles ci invita così a rivivere le disavventure del barone Hugues e dei suoi ospiti, in preda alla tentazione da quando fecero la loro comparsa i servi del Diavolo, Gilles e Dominique. Con Julien Guérin, il movimento segue sempre le emozioni, a volte armoniose, a volte contrastanti, ma sempre incarnate da una sincerità e qualità di esecuzione che caratterizzano il suo stile. Basandosi su una solida base accademica, il coreografo assume un'eleganza classica senza tempo e percorre senza complessi i crocevia che portano alla contemporaneità.

Rhapsody

  • Coreografia Oscar Araiz
  • Musica Sergej Rachmaninov

 
Démons et Merveilles

  • Coreografia Julien Guérin
  • Musica Maurice Thiriet, Joseph Kosma, Ernest Bloch, Max Richter
  • Piano Roberto Galfione

Direzione musicale Léonard Ganvert
Orchestre Philharmonique de Nice
Ballet Nice Méditerranée

Le date

  • Venerdì 30 settembre ore 20
  • Sabato 1° ottobre ore 20
  • Domenica 2 ottobre ore 15
  • Martedì 4 ottobre ore 20
  • Giovedì 6 ottobre, ore 20

 
L’Opéra di Nizza si trova in Rue Saint François de Paule 4.

Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium