/ Immobiliare

Immobiliare | 19 ottobre 2022, 08:00

Sempre meno alloggi non ammobiliati, il mercato “crede” negli affitti brevi e nei “tempi brevi e certi”

Ogni mercoledì Montecarlonews dedica un articolo al settore immobiliare, perché essere informati è meglio. Una rubrica al “vostro servizio”

Sempre meno alloggi non ammobiliati, il mercato “crede” negli affitti brevi e nei “tempi brevi e certi”

A Nizza, come in buona parte della fascia costiera, trovare un alloggio non ammobiliato da affittare rappresenta un’impresa titanica.
Sul mercato ve ne sono sempre di meno, lo ammettono le stesse agenzie immobiliari che sono assalite da richieste che raramente riescono a soddisfare.

Non vi è, invece, carenza nel segmento degli affitti ammobiliati, qualunque sia la dimensione degli alloggi.

Quali sono le ragioni di un fenomeno cresciuto soprattutto in questi ultimi mesi quando la sensazione di essere ormai nel “dopo pandemia” si è concretizzata maggiormente?
Innanzi tutto la “tranquillità” che deriva dall’affittare a studenti o a lavoratori che necessitano dell’alloggio per periodi di tempo determinati: il rischio di rimanere senza alloggio e senza pigione si allontana nel tempo e comunque ha un limite temporale “noto”.
In tempo di crisi questo fattore gioca un ruolo importante.

Poi la resa dell’affitto che è più alta rispetto agli alloggi ammobiliati con una tassazione maggiormente favorevole.

Altro fattore la possibilità di rientrare velocemente, o almeno a data certa, in possesso del proprio alloggio dato in affitto ammobiliato, rispetto alla scadenza triennale degli affitti non ammobiliati che durano tre anni, ma che spesso, per essere veramente liberati dall’affittuario necessitano di una sentenza della magistratura con annesse spese ed un periodo di attesa intorno ai due anni.

Altra possibilità, quando si affitta a degli studenti, è quella di limitare il periodo da settembre a giugno e di affidarsi, per il periodo estivo, agli affitti stagionali che rendono tantissimo e che vengono gestiti, per incassi e pulizie, da agenzie specializzate.
Un fenomeno si sta registrando a Nizza e merita di essere rimarcato.

Non poche coppie affittano alloggi ammobiliati per viverci ed acquistano appartamenti più piccini per dare in affitto ammobiliati. Non devono così sobbarcarsi oneri molti alti per rimborsare i mutui bancari e ricavano una rendita da affitti a breve durata.

La carenza di alloggi nuovi (se ne costruiscono in numero insufficiente) sta allontanando le giovani coppie dal centro cittadino e le spinge verso le cittadine che crescono nelle vicinanze delle città con indubbi problemi di trasporto e di adeguatezza dei servizi.







Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium