/ Business

Business | 31 ottobre 2022, 15:41

I 5 consigli per la perfetta bistecca alla griglia

A chi non piace una bistecca alla griglia?

I 5 consigli per la perfetta bistecca alla griglia

A chi non piace una bistecca alla griglia? Probabilmente il modo migliore in assoluto di gustare un taglio di carne come una mastodontica t-bone, un pregiatissimo controfiletto, un meno noto lombatello, il cosiddetto reale di manzo ma soprattutto la classica bistecca taglio alla fiorentina. Scelta la carne, non resta altro da fare che accendere la griglia e seguire questi consigli per una cottura perfetta.

1.      A temperatura ambiente

Moltissime persone commettono l’imperdonabile errore di tirare fuori dal frigorifero la carne e metterla sulla griglia. Per una cottura ottimale è indispensabile che la carne sia a temperatura ambiente: questo è il primo prezioso consiglio per la tua bistecca perfetta. Sarebbe quindi da tirare fuori la carne all’incirca quattro ore prima del pranzo. Alcuni la mettono addirittura in forno con la luce accesa perché arrivi a una temperatura a corretta.

2.      Asciugare perfettamente la carne

Prima di mettere la carne sulla griglia, prendi della carta assorbente da cucina e asciuga perfettamente la superficie. Non deve esserci alcuna traccia di acqua o residui di sangue sulla carne altrimenti la cottura verrà rovinata e compromessa. Meglio se ripeti l’operazione almeno un paio di volte fino a quando la carta ne esce completamente asciutta senza alcuna traccia.

3.      Preriscaldare

Quando sei alle prese con la carne alla griglia, ricordati sempre di preriscaldare. Se utilizzi un barbecue a legna, significa che deve iniziare molto prima con le operazioni necessarie per cucinare. Devi infatti accendere il fuoco e attendere che si formino le braci. Saranno quelle a cuocere al tua bistecca alla fiorentina, non le fiamme. Se invece usi barbecue a gas molto più pratici diventa tutto molto più semplice senza nulla togliere al gusto. Quando sistemi la carne sulla griglia, questa deve esser bollente e rovente affinché cauterizza la carne. L’esterno sarà praticamente abbrustolito mentre l’interno deve restare più morbido: questa è la giusta consistenza che devi ottenere.

4.      Controllare la temperatura

Anche per quanto riguarda il controllo della temperatura, il barbecue a gas è molto comodo perché evita sbalzi. Sistema sulla griglia un termometro resistente al calore, che di solito i barbecue a gas hanno già per aiutarti a raggiungere la perfezione. Non commettere mai l’errore di infilzare la carne con il termometro perché praticare un foro non fa altro che fa uscire i preziosi succhi della carne, facendola diventare secca e insapore. La temperatura deve esser costante durante la cottura perciò evita di aggiungere legna dopo aver messo la carne sulla brace o alzare la fiamma a gas.

5.      Tenere d’occhio il tempo

Infine, per la perfetta riuscita del tuo barbecue, devi avere a portata di mano un cronometro che ti permetta di tenere d’occhio il tempo. La tempistica dipende dal tipo di cultura che desideri della carne e poiché c’è chi la preferisce al sangue e chi invece ben cotta. Per darti un’indicazione generale, possiamo dire che una bistecca cotta al punto giusto, cioè ancora rosata all’interno, ha bisogno circa di 5 minuti per lato ma tutto dipende anche dalla grammatura.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium