/ Altre notizie

Altre notizie | 30 novembre 2022, 07:00

Estrosi chiede a Macron di agevolare la realizzazione della metropolitana fino a Montecarlo e un collegamento con Sophia Antipolis

Il sindaco di Nizza accoglie favorevolmente la proposta del Presidente di agevolare la nascita di reti ferroviarie locali ad uso dei pendolari e rispolvera i “progetti” nel cassetto

TER A Nice Riquier

TER A Nice Riquier

Il Presidente della Repubblica Emmanuel Macron ha annunciato di voler sviluppare un equivalente della RER che serve la regione parigina in dieci città francesi come alternativa all'auto, accelerando i progetti esistenti.
L’attivazione della RER (treni pendolari ad alta frequenza dedicati al trasporto locale) nel territorio della Métropole Nice Côte d'Azur non è un argomento nuovo.

Per molti anni gli amministratori locali hanno chiesto allo Stato di lavorare per concretizzare questo tipo di infrastrutture di trasporto, in conformità con la legge che finanzia la "realizzazione della RER metropolitana".

Il trasporto ferroviario per i pendolari è una delle maggiori leve della decarbonizzazione: un viaggio in treno è 26 volte meno inquinante di un viaggio in auto termica, con 4 grammi di CO2 per chilometro contro 193 grammi per chilometro.

Christian Estrosi, sindaco di Nizza ha reagito positivamente alle parole di Emmanuel Macron: “Sono lieto che il governo si unisca a noi e che il Presidente della Repubblica stia affrontando questo problema di petto scegliendo il modello della RER della regione di Parigi. Confido nel completamento di 10 progetti e un raddoppio della quota modale della ferrovia entro 10 anni. Abbiamo già progetti che aspettano solo di essere sviluppati.
Al di là del progetto della Ligne nouvelle Provence Côte d’Azur, finanziato dallo Stato per un importo del 40% e che dovrebbe consentire di ottenere e rendere affidabile un cadenzamento orario dei TER ogni 10 minuti, citerei due progetti interurbani che mi sembrano essenziali per beneficiare finalmente di un servizio di trasporto che manca al territorio:

  • A est, un progetto di metropolitana parzialmente interrata, tra la Métropole e Monaco, con una linea di 9,5 km. Sappiamo che nonostante gli importanti investimenti fatti dal Principato sull'accesso stradale, il problema quotidiano dell'accesso e dell'uscita sarà risolto solo dal trasporto con una modalità pulita con un alto livello di servizio e de carbonizzato.
  • A Ovest, un progetto RER che colleghi Nizza al “tecnopolo” di Sophia Antipolis, attraverso Villeneuve-Loubet e Antibes. Un servizio in grado di creare un collegamento che assicuri spostamenti quotidiani celeri e sostenibili a 41 mila automobilisti che utilizzano l'autostrada A8”.




Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium