/ Eventi

Eventi | 08 gennaio 2023, 18:00

Nizza: "J’aurai la peau des choses", una retrospettiva dedicata all'artista Louis Pons allo spazio culturale Lympia (Foto)

La mostra è aperta fino al 26 febbraio 2023. Le opere di Louis Pons sono state esposte in molti musei francesi, oltre che in Germania, Svizzera e Stati Uniti

Louis PONS (1927-2021) Grands docks 1998 Assemblage, techniques mixtes Galerie Les Yeux Fertiles, Paris © Adagp, Paris, 2022 / Galerie Les Yeux Fertiles, Paris

Louis PONS (1927-2021) Grands docks 1998 Assemblage, techniques mixtes Galerie Les Yeux Fertiles, Paris © Adagp, Paris, 2022 / Galerie Les Yeux Fertiles, Paris

Lo spazio culturale Lympia, che si trova al porto di Nizza, propone, fino al 26 febbraio 2023, la mostra "J’aurai la peau des choses ", una retrospettiva dedicata all'artista Louis Pons.

Frutto della stretta collaborazione tra lo spazio culturale Lympia e il museo Cantini di Marsiglia, la prima retrospettiva in 20 anni dedicata all'artista marsigliese Louis Pons (1927-2021) è un progetto di altissimo livello. Profondamente legato alle Alpi Marittime, l'artista visse a Vence, Saint-Paul de Vence e Antibes.

La sua prima mostra ebbe luogo nel 1952 alla galleria Chave (Vence). Successivamente le sue opere figurarono nelle due più importanti gallerie parigine "Le Point Cardinal" e "Claude Bernard".

Portrait [1960] – Tirage gélatino-argentique © Collection Anatole Desachy © Claude Almodovar - Christer Strömholm

La mostra "J’aurai la peau des choses" propone un centinaio di opere raramente messe insieme ed è stata coprodotta con la città di Marsiglia, che la ospiterà in una seconda fase. L'evento permetterà così di percorrere da un capo all'altro un territorio che l'artista visivo ha amato e che per oltre 20 anni ha alimentato il suo lavoro.

Sans titre [1964-1965] - Assemblage, techniques mixtes  © Adagp, Paris, 2022 / Claude Almodovar

Artista di fama nazionale e poi internazionale, Louis Pons è un autodidatta con una carriera atipica: le sue opere, disegni a china e assemblaggi spesso umoristici, sono state esposte in molti musei francesi, oltre che in Germania, Svizzera e Stati Uniti.



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium