/ Altre notizie

Altre notizie | 23 gennaio 2023, 08:00

Ancora uno sforzo, stanno per terminare i lavori di sistemazione dell’asse stradale Dante-Buffa-Grimaldi-Liberté (Foto)

L’intervento riqualifica la carreggiata e i marciapiedi, dà più spazio ai pedoni, rimuove la maggior parte dei semafori, crea piste ciclabili. Sistemate 270 piante adatte al clima nizzardo

Rue de la Buffa a Nizza

Rue de la Buffa a Nizza

Manca poco all’ultimazione dei lavori di sistemazione, con la realizzazione di una stabile vegetalizzazione, dell’asse “Est – Ovest” Dante-Buffa-Grimaldi-Liberté.

Già consegnati quelli concernenti le vie Dante e Liberté e Place Grimaldi ed una parte di Rue de la Buffa che va dall’incrocio con Boulevard Gambetta a Rue Meyerbeer.
La prima parallela a Rue de France, poco distante dalla Promenade des Anglais, sta dunque per essere definitivamente consegnata, anche se la parte già ultimata dà un’ampia idea del cambiamento (in meglio) che ha subito uno degli assi stradali centrali di Nizza.

 

I lavori vengono effettuati sulla carreggiata un tempo utilizzata dai bus e che era stata provvisoriamente adattata negli scorsi anni.
Il lavoro riqualificherà la carreggiata e i marciapiedi per dare più spazio ai pedoni, rimuovere la maggior parte dei semafori, creare piste ciclabili sicure a doppio senso, rinnovare le reti e sistemare 270 piante adatte al clima nizzardo, che consumano poca acqua, catturano il carbonio e riducono le isole di calore.

 

I lavori rientrano nella sistemazione degli assi 2 e 3 di Nizza, le ex corsie destinate ai bus che attraversavano longitudinalmente la città.
Si tratta di

  • Place Grimaldi e Rue de la Liberté
  • Rue Dante e Rue de la Buffa,
  • Rue Gioffredo
  • Rue Hôtel des Postes

In totale, lungo queste strade saranno piantati non meno di 375 alberi e 9.000 arbusti.
Il costo complessivo dell’intervento è stimato in 15.300.000 euro per l'asse 2 e 6.000.000 di euro per l'asse 3 per un totale di 21.300 00 euro.  Il 70% di questa spesa è a carico della Métropole (14.910.000 euro) e il 30% della città di Nizza (6.390.000 euro).

Questi lavori sono inseriti anche nel Plan Climat 2025 con l’obiettivo di creare punti raffreddamento urbano per di abbassare la temperatura dell'aria e di limitare il carbonio col contributo essenziale delle funzioni svolte da parte della vegetazione e di prevenire gli effetti delle forti piogge.




Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium