/ Business

Business | 30 gennaio 2024, 07:15

Pugilato

Quando parliamo del pugilato di sicuro parliamo di uno degli sport da combattimento più popolare e più antico.

Pugilato

Quando parliamo del pugilato di sicuro parliamo di uno degli sport da combattimento più popolare e più antico e soprattutto più amato e più famoso per moltissimi milioni di persone in tutto il mondo e forse potremmo dire anche miliardi.

 Parliamo di uno sport che appassiona molte persone e che, come sappiamo, riguarda due pugili all'interno di un Ring che si scontrano e vincerà chi riuscirà a essere più bravo dal punto di vista fisico, così come dal punto di vista tecnico e tattico e soprattutto dal punto di vista mentale.

 Parliamo soprattutto di uno sport molto antico che ha origini storiche davvero lontane nel tempo e che gradualmente ha conquistato sempre più popolarità e ormai, come già osservavamo sopra, è diventato gradualmente molto ammirato e molto seguito.

Chiaramente questo sport ha delle regole ben precise che hanno come primo obiettivo un combattimento leale e questo poi vuol dire varie cose dal punto di vista tecnico.

Infatti, tutti e due pugili dovranno indossare dei guantoni imbottiti che servono a proteggere le mani e così a ridurre il rischio di lesioni gravi e già questa è una cosa molto importante.

Naturalmente hanno delle dimensioni specifiche da rispettare per seguire gli standard di sicurezza, standard che vengono stabiliti dalle varie Federazioni di pugilato nazionali ed internazionali. 

 Poi ci sono le regole che riguardano i vari combattimenti che sono divisi in round con una pausa da uno all'altro con durata variabile in generale di tre minuti nei combattimenti da professionisti.

 Sono vietati alcuni colpi e questo è molto importante per renderlo comunque uno sport più o meno sicuro e soprattutto sarà molto importante il ruolo dell'arbitro e del giudice che dovranno valutare il punteggio di ogni round e dovranno tenere conto di vari fattori che riguardano il controllo del ring, l'efficacia dei colpi.

 Il pugilato non è per niente uno sport facile

Come dicevamo dal titolo di questa seconda parte di sicuro non stiamo parlando di uno sport facile perché richiede l'apprendimento di varie tecniche e varie regole e quindi parliamo del controllo della postura, il posizionamento dei piedi e anche la padronanza rispetto ai vari tipi di pugni, così come anche la capacità di difendersi in maniera molto efficace ed è chiaro che ci sono alcuni professionisti più bravi nell'attacco e altri di più nella difesa.

 Così come servirà una certa velocità per eseguire dei monumenti rapidi e reattivi e altrettanto importante sarà l'agilità per evitare i colpi dell'avversario e sapersi muovere in maniera agile sul ring.

 Non possiamo nemmeno negare l'importanza della resistenza e della forza fisica e quindi dell’importanza di allenarsi in maniera costante e disciplinata e molti giustamente hanno un loro allenatore e un loro Personal Trainer a livello professionistico.

Quando parliamo di resistenza parliamo di resistenza cardiovascolare e anche di potenza esplosiva che servono per mantenere un certo livello nella prestazione in tutta la durata del combattimento.

 Non in ultima bisogna parlare di abilità mentali e di una buona capacità tattica per saper leggere le mosse dell'avversario e agire di conseguenza.

 

Richy Garino

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium