Ambiente - 31 maggio 2020, 08:00

Allarme rosso per le graminacee: il bollettino settimanale

Il clima sarà caldo e soleggiato favorisce la diffusione di alte concentrazioni di polline d'erba nell'aria

Fioriture, foto di Nicole Geron

Fioriture, foto di Nicole Geron

Questo il bollettino settimanale sulla presenza di pollini nell’aria diffuso dal Réseau National de Surveillance Aérobiologique (R.N.S.A.).

Mentre la mappa dei dipartimenti della Francia, relativamente al Covid19, diventa verde, la mappa di vigilanza dei pollini rimane nel “moltorossa con un rischio di allergia che nei prossimi giorni sarà alto o molto alto su tutto il territorio per il polline delle graminacee con grave disagio per le persone allergiche.

Il clima sarà caldo e soleggiato, favorisce la diffusione di alte concentrazioni di polline d'erba nell'aria. Un clima più instabile si generalizzerà nella prima parte della prossima settimana in gran parte della Francia, associata a una massa d'aria sempre calda per la stagione.

I soggetti allergici saranno quindi in grado di respirare meglio durante i rovesci di pioggia previsti per l’inizio di giugno che abbasseranno temporaneamente le concentrazioni di polline nell'aria.

Il polline di quercia è quasi scomparso, tranne che intorno al Mediterraneo, dove il rischio di allergia può ancora raggiungere il livello medio in alcuni luoghi. È proprio intorno al Mediterraneo che sarà necessario monitorare i pollini delle olive e delle parietarie (urticacee) che daranno luogo ad un rischio di allergia da basso a medio.

Pollini di acetosa, piantaggine e urticacee saranno presenti anche in quantità da basse a moderate in tutto il territorio con un basso livello di allergia. Nell'Est del paese e soprattutto nelle Alpi, l'ontano verde è in fiore e la concentrazione di questo polline sarà moderata.

Anche i tigli iniziano a fiorire. Ma sono responsabili solo delle allergie di prossimità, vale a dire che le persone sensibili a questi pollini avranno sintomi solo quando si trovano vicino a questi alberi

I pollini delle pinacee (pino, abete, abete rosso) sono alla fine della fioritura ma possono ancora ingiallire le superfici esterne come auto, marciapiedi, balconi, finestre ... ma non sono allergenici

Questa la sintesi del bollettino settimanale emesso dal Réseau national de surveillance aérobiologique per le Alpes-Maritimes:

  • Graminacee Rischio moderato
  • Ulivo rischio moderato
  • Quercia Rischio moderato
  • Parietaria officinalis (muraiola o erba vetriola) Rischio moderato

Ecco alcuni consigli pratici per proteggersi dal polline forniti dal sito internet del Réseau national de surveillance aérobiologique: lavare i capelli la sera, ventilare almeno 10 minuti al giorno prima dell'alba e dopo il tramonto, evitare di asciugare i vestiti all'esterno, tenere chiusi i finestrini delle auto.



Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

SU