Ambiente - 17 febbraio 2021, 18:00

Costa Azzurra: alla scoperta del territorio. Auribeau sur Siagne (Foto)

Montecarlonews propone luoghi, itinerari, passeggiate alla scoperta del Dipartimento delle Alpi Marittime. Le foto sono di Patrizia Gallo e di Danilo Radaelli

Auribeau-sur-Siagne, fotografie di Patrizia Gallo e Danilo Radaelli

Auribeau-sur-Siagne, fotografie di Patrizia Gallo e Danilo Radaelli

Oggi Patrizia Gallo e Danilo Radaelli ci accompagnano nell’arrière pays, tra Cannes e Grasse alla scoperta di Auribeau-sur-Siagne, un borgo tra i più suggestivi della Costa azzurra. Un territorio che, in primavera, si colora col giallo delle mimose e l’azzurro delle violette.



Auribeau sur Siagne
Antico borgo medievale situato nelle Alpi Marittime, Auribeau-sur-Siagne si trova a una quarantina di chilometri da Nizza, tra Cannes e Grasse, su uno sperone roccioso che domina la Siagne.

Fondato nell'undicesimo secolo, il comune di Auribeau-sur-Siagne faceva parte del raggruppamento di villaggi collinari costruiti per proteggere gli abitanti dagli attacchi provenienti dall'esterno.
Popolata dal 600 aC, come testimoniano i resti di un oppidum rinvenuto nelle vicinanze, il territorio ha subito numerose invasioni.

 

Sempre pieno di fascino per il suo ambiente unico e il suo panorama eccezionale, la città di Auribeau-sur-Siagne possiede anche un interessante patrimonio storico.

Splendido paese arroccato tra i fiumi Frayère e Siagne, Auribeau svela al visitatore il suo passato ricco di storia mentre si passeggia lungo i tortuosi vicoli e le piazze.
Inserito nel registro dei siti pittoreschi delle Alpi Marittime, le case alte simili a delle mura, le due porte a saracinesca, cosiddette Soutran e Soubran che, un tempo, difendevano il borgo, le vie ripide acciottolate chiamate ‘calades’ e le scalinate a gradini conferiscono a Auribeau uno stile unico.  
Fondato nel XII secolo, alla fine del Medioevo il borgo venne abbandonato e devastato dalla peste e dalle guerre. Nel 1497, il signore di allora che era anche vescovo di Grasse fece appello ad abitanti della costa ligure per ripopolarlo.

 

Dalla piazza della chiesa, la vista spazia all'infinito, sulle colline boscose del Siagne, sulla città di Grasse e sulle Prealpi, sul picco di Cormettes e sull’altopiano di Valbonne.

Da visitare
Santuario della Madonna di Valcluse
Pieve
Porta a saracinesca Soubran
Il prato dei Pitchouns
Cirier d’Auribeau (negozio del ceraiolo)
 
Mercato
Martedì (Route du Village)


Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU