Sport - 03 luglio 2021, 16:04

F1, qualifiche in Austria: Ferrari costretta a rincorrere. Il monegasco Leclerc dodicesimo, fuori al Q2

Anche Sainz non passa il taglio, undicesimo. Sesta fila tutta rossa. Pole a Verstappen su Red Bull davanti alla McLaren di Norris

Foto Ferrari

Foto Ferrari

Non è proprio la stessa situazione dello scorso fine settimana, perché pur correndo sulla stessa pista le mescole delle gomme sono più morbide. Ma intanto Ferrari rimedia una discreta debacle (che sembra comunque essere stata messa in conto dagli uomini in rosso) nelle qualifiche del GP d'Austria.

I tempi non sono poi così diversi dal solito, perché il distacco dalla Mercedes di Hamilton, secondo nel Q2, è di soli tre decimi. Ma su una pista così corta anche i millesimi si pagano cari, e così per sei millesimi Russell con una Williams che non portava una macchina in Q3 da Monza 2018 spodesta la Ferrari di Carlos Sainz, a cui segue a ruota quella del monegasco Leclerc: i cavallini domani partiranno undicesimo e dodicesimo, in una sesta fila tutta mestamente rossa.

Ma nonostante questo, anche memori dello scorso fine settimana e augurandosi che non intervengano più variabili negative (vedi contatto Leclerc-Gasly al primo giro) la Ferrari punta a dimostrare il suo reale valore attuale con un passo gara grazie al quale gli uomini di Maranello potrebbero dormire sonni tranquilli questa notte. Domani, come sempre, arriverà l'insindacabile giudizio della pista.

La pole è ancora una volta della Red Bull con Max Verstappen che manda in visibilio la tribuna arancione dei tifosi olandesi accorsi in Austria. Accanto a lui la McLaren di Lando Norris, notizia non proprio buona per la Ferrari in chiave campionato costruttori. Terzo Perez, solo quarta e quinta la Mercedes con Hamilton (che ha rinnovato fino al 2023) e Bottas.

Federico Bruzzese

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU