Ambiente - 03 luglio 2022, 19:00

Attenzione ai pollini! Il bollettino settimanale delle allergie

I pollini di graminacee continueranno a perdere terreno a luglio, ma attenzione ai pollini di artemisia che prenderanno il sopravvento nelle prossime settimane e ai pollini di ambrosia che saranno presenti in agosto-settembre

Saint Martin Vésubie, fotografie di Danilo Radaelli

Saint Martin Vésubie, fotografie di Danilo Radaelli

Qual é il rischio che corre questa settimana chi soffre di allergie?  Il bollettino emesso dal Réseau National de Surveillance Aérobiologique (R.N.S.A.) che si basa sui siti di rilevazione, sulle segnalazioni dei medici sentinella e sulle previsioni meteo fornisce un’indispensabile informazione.

 

Questo il testo del bollettino settimanale
Sempre meno erbe a luglio!
Dopo settimane complicatissime per chi soffre di allergie, ecco finalmente una buona notizia: le concentrazioni di polline di graminacee sono calate grazie alle piogge di fine giugno che hanno gettato il polline a terra. Sempre meno Dipartimenti sono ad alto rischio di allergia e sempre più si stanno spostando verso un rischio di allergia da basso a medio.

 

I pollini di graminacee continueranno a perdere terreno a luglio, ma attenzione ai pollini di artemisia che prenderanno il sopravvento nelle prossime settimane e ai pollini di ambrosia che saranno presenti in agosto-settembre e sono molto allergenici.

Ad oggi, il modello di previsione RNSA indica la data del 10 agosto come primo giorno in cui la concentrazione nell'aria di polline di ambrosia sulle foglie di artemisia dovrebbe essere sufficiente a causare un rischio di allergia nella regione di Lione nelle persone più sensibili. Queste date possono essere anticipate di 3 o 4 giorni a sud di Lione (media valle del Rodano) e di 2 o 3 giorni a nord di Lione. Il picco pollinico principale si verificherà una ventina di giorni dopo.

Il rischio di allergia non supererà il livello basso per gli altri pollini presenti nell'aria all'inizio di luglio in Francia, ovvero quelli di ortica (della famiglia delle orticacee), piantaggine, acetosa, castagno, olivo e quercia.

 

Occorre fare attenzione a non mettersi sotto un tiglio perché alcuni sono ancora in fiore e potrebbero esserci delle allergie locali.

Ecco alcuni consigli pratici per proteggersi dal polline forniti dal sito internet del Réseau national de Surveillance Aérobiologique: lavare i capelli la sera, ventilare almeno 10 minuti al giorno prima dell'alba e dopo il tramonto, evitare di asciugare i vestiti all'esterno, tenere chiusi i finestrini delle auto.

Questa la sintesi del bollettino settimanale emesso dal Réseau national de surveillance aérobiologique per le Alpes-Maritimes:

  • Graminacee, rischio basso
  • Parietaria, rischio basso




Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU