Altre notizie - 21 gennaio 2023, 07:00

La città di Nizza lancia l’operazione “scaldarsi senza pericoli”

Il monossido di carbonio è un gas pericoloso, prodotto da tutti gli apparecchi di riscaldamento o di cottura che funzionano a gas, legna, benzina o etanolo e causa, ogni anno, molti avvelenamenti che possono anche risultare mortali

La città di Nizza lancia l’operazione “scaldarsi senza pericoli”

Nelle ultime settimane, a Nizza come un po’ in tutta la Francia, diverse tragedie sono state causate da avvelenamenti da monossido di carbonio e incendi domestici, la città di Nizza è intervenuta per allertare e sensibilizzare sui rischi legati all'uso di riscaldatori di riserva nelle abitazioni.

L'attuale contesto di crisi energetica, con il notevole aumento dei prezzi dell'energia, favorisce comportamenti sconsiderati aumentando il rischio di intossicazioni da monossido di carbonio o incendi.

Il monossido di carbonio è un gas pericoloso, incolore e inodore, prodotto da tutti gli apparecchi di riscaldamento o di cottura che funzionano a gas, legna, benzina o etanolo e causa, ogni anno, molti avvelenamenti che possono anche risultare mortali.
Oggi, questo gas è la causa di 3 mila avvelenamenti e di un centinaio di morti in Francia ogni anno.

Di fronte a questa situazione, a Nizza è stata avviata un'operazione di sensibilizzazione sui rischi dell'intossicazione: in particolare è stato realizzato un opuscolo informativo (inserito al fondo di questo articolo) dal titolo “Riscaldare senza pericolo” che riporta i principali consigli di prevenzione per contrastare questi rischi.

Questo documento è stato inviato a tutti i proprietari di alloggi con destinazione sociale, agli amministratori di condominio e ai rappresentanti dei comitati di quartiere perché li diffondano a quanti potrebbero esserne interessati.

Inoltre, l’amministrazione comunale ha voluto consentire alle famiglie più precarie di Nizza di dotarsi di rilevatori di monossido di carbonio.

Grazie all'aiuto dei suoi partner, Leroy Merlin, Axa e Fnaim, il Comune distribuirà 500 rilevatori di monossido di carbonio ai più precari mediante dei buoni ritiro che sono stati consegnati alla Croce Rossa ed a Restos du cœur cui spetterà il compito di individuare le famiglie che ne hanno più bisogno e consegnare loro i buoni.

 


Files:
 Riscaldare senza pericolo (1.2 MB)

Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU