Immobiliare - 25 gennaio 2023, 08:00

Leasing Immobiliare: una soluzione?

Ogni mercoledì Montecarlonews dedica un articolo al settore immobiliare, perché essere informati è meglio. Una rubrica al “vostro servizio”

Nizza, scorcio da Carras

Nizza, scorcio da Carras

A metà strada tra l’affitto e l’acquisto di un appartamento, il Leasing Immobiliare si sta affermando, in Francia, come una soluzione ragionevole quando si desidera entrare in possesso di un bene immobile, ma si fatica a trovare l’istituto di credito che riconosca il mutuo.

L’attuale contingenza finanziaria, infatti, ha reso meno semplice contrarre un mutuo e molte persone sole e giovani coppie si trovano nella necessità di esperire soluzioni alternative.

Non né che il Leasing Immobiliare risolva il problema, ma perlomeno dilaziona la data e consente, in media assicurando un periodo di “tranquillità” di tre anni, di assestare la propria condizione finanziaria o di contrarre un mutuo con maggior tranquillità ed accortezza.

Come funziona il Leasing Immobiliare
La persona che intende entrare in possesso di un alloggio si rivolge ad una società di leasing che valuterà a proposta e, con l’aiuto di un notaio o di un ufficiale giudiziario, determinerà il giusto valore dell’immobile.

Poi procederà ad acquistarlo e ad affittarlo alla persona interessata che avrà tre anni di tempo per decidere se acquistarlo o se rinunciare.
Il costo di acquisto è quello stimato dal notaio e quindi già conosciuto dal potenziale acquirente.

Nei tre anni vi sarà il tempo per decidere se l’alloggio interessa davvero e soprattutto se si sono trovati i soldi per poterne entrare in possesso.
In quel periodo il “potenziale acquirente” pagherà l’affitto e una cifra concordata depositata mensilmente su un conto bancario definita “risparmio obbligatorio” che verrà restituita se si decide di acquistare l'immobile alla fine del contratto di locazione.

Nell’ipotesi il potenziale acquirente decida di non far valere la propria opzione, al termine del periodo di locazione dovrà lasciare l’appartamento e il deposito non verrà restituito.

Il sistema è semplice, ma occorre prestare attenzione soprattutto alle clausole contrattuali con particolare riferimento al “risparmio obbligatorio”, alla sua consistenza ed alle clausole di restituzione.

Per chi non si è bene informato prima della sottoscrizione, il contratto di leasing potrebbe anche rivelarsi un’amara sorpresa: le condizioni, infatti, variano da società a società e possono anche essere molto diverse e in alcuni casi penalizzanti, in caso di rinuncia.

.




Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU