Immobiliare - 19 giugno 2024, 08:00

Affitti: quali documenti deve fornire il futuro inquilino

Ogni mercoledì Montecarlonews dedica un articolo al settore immobiliare, perché essere informati è meglio. Una rubrica al “vostro servizio”

Affitti: quali documenti deve fornire il futuro inquilino

Quando dà in affitto un alloggio, il proprietario o il suo rappresentante, ad esempio l’agenzia immobiliare, hanno il diritto di richiedere al futuro inquilino una serie di documenti

Non tutti i documenti possono essere legittimante richiesti e l’elenco non è lo stesso se interessati alla richiesta sono l’inquilino o il suo garante.
Da notare che, per risparmiare l’utilizzo della carta, lo Stato francese ha creato un sito “protetto” (DossierFacile) che consente di archiviare la documentazione mettendola a disposizione del proprietario.

Occorre tenere presente che se il proprietario chiede documenti che non rientrano tra quelli autorizzati, può incorrere in una sanzione fino a 3 mila euro, che sale a 15 mila se a formulare la richiesta è una persona giuridica.

Questi i documenti che l’inquilino deve obbligatoriamente mettere a disposizione del proprietario e che quest’ultimo è legittimato a richiedere.

Identità dell’affittuario
Il proprietario può richiedere un documento di identità valido tra i seguenti documenti:

  • Carta d'identità francese o straniera (con foto)
  • Passaporto francese o straniero (con foto)
  • Patente di guida francese o straniera (con foto)
  • Carta di soggiorno temporaneo
  • Carta di soggiorno
  • Carta nazionale degli Stati membri dell'UE: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Svezia, Spagna, Ungheria.

L'inquilino può fornire una copia del documento originale, ma il proprietario ha il diritto di richiedere la presentazione dell'originale. Il documento deve essere scritto o tradotto in francese.

Domicilio precedente
Il proprietario può richiedere uno dei seguenti documenti:

  • Le tre ultime ricevute dell'affitto o, se necessario, un certificato del precedente proprietario (o del suo rappresentante) che indichi che l'inquilino è in linea con il pagamento dell’affitto e delle spese condominiali.
  • Dichiarazione giurata di chi ospita il futuro inquilino che indica che il candidato all'affitto risiede presso la sua abitazione
  • Certificato di residenza
  • Ultimo avviso di tassa di proprietà o, se necessario, atto di proprietà della residenza principale

L'inquilino può fornire una copia del documento originale, ma il proprietario ha il diritto di esigere la presentazione dell'originale. Il documento deve essere scritto o tradotto in francese, gli importi inseriti devono essere convertiti in euro.


Prova della situazione professionale
Il proprietario può richiedere uno o più dei seguenti documenti:

  • Contratto di lavoro o di tirocinio o, se necessario, certificato del datore di lavoro che specifichi l'incarico e la retribuzione, la data di entrata in servizio e, se necessario, la durata del periodo di prova
  • Carta dello studente o certificato scolastico per l'anno in corso
  • Copia della tessera professionale (libera professione)
  • Copia del certificato di identificazione Insee se lavoratore autonomo
  • Estratto originale D1 del registro delle imprese di meno di 3 mesi se artigiano
  • Estratto K o K bis dal Registro del Commercio e delle Imprese inferiore a 3 mesi se impresa commerciale
  • Eventuale documento recente attestante l'attività professionale negli altri casi.

L'inquilino può fornire una copia del documento originale, il proprietario ha il diritto di esigere la presentazione dell'originale. Il documento deve essere scritto o tradotto in francese.

Prova della solvibilità
Il proprietario può richiedere uno o più dei seguenti documenti:

  • Le tre ultime buste paga
  • Prova del pagamento delle indennità di tirocinio
  • Gli ultimi due bilanci o, se necessario, certificato di risorse per l'esercizio in corso rilasciato da un commercialista non dipendente
  • Prova del pagamento di assegni, pensioni, assegni sociali e familiari e assegni percepiti negli ultimi 3 mesi o prova del diritto accertato dall'ente erogatore (cassa pensione, Caf).
  • Titolo di proprietà immobiliare o ultimo avviso di imposta sulla proprietà
  • Avviso di assegnazione della borsa di studio (studente con borsa di studio)
  • Prova di reddito fondiario, rendita vitalizia o reddito da titoli e capitale mobiliare
  • Attestato di simulazione aiuto abitativo predisposto dal Caf o dalla MSA.
  • Ultimo o penultimo avviso di tassazione o non tassazione.

Quando tutto o parte del reddito percepito non è stato tassato in Francia, è necessario fornire l'ultimo o il penultimo documento equivalente rilasciato dalle autorità fiscali dello Stato o territorio interessato.
L'inquilino può fornire una copia del documento originale, ma il proprietario ha il diritto di richiedere la presentazione dell'originale. Il documento deve essere scritto o tradotto in francese.

Al di fuori di questi documenti, null’altro può essere legittimamente richiesto dal proprietario.


Beppe Tassone

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

SU