/ Altre notizie

Altre notizie | 14 settembre 2020, 07:00

Nizza: quattro spiagge private nel mirino (Foto)

Secondo l’associazione di promozione e salvaguardia della Promenade non avrebbero rispettato le regole sulle emissioni sonore. Anche quelle anti Covid sarebbero state disattese. Il comune di Nizza reclama più poteri

Una spiaggia di Nizza

Una spiaggia di Nizza

Che alcune cose questa estate non abbiano funzionato al meglio nelle spiagge private di Nizza se ne sono accorti un po’ tutti: era sufficiente passeggiare sulla Promenade per rendersi conto di come, soprattutto nelle ore notturne, le misure di separazione personale e di divieto di assembramento venissero interpretate, per usare un eufemismo, in modo molto elastico.

Sull’argomento Montecarlonews ha pubblicato delle fotografie, i giornali locali lo stesso: è sotto gli occhi di tutti che, al calar delle tenebre, alcune spiagge cambiano pelle e si trasformano in locali nei quali molto é permesso, alcune volte e in alcune spiagge anche al di fuori dalle regole.

Ora è intervenuto Kirkor Ajderhanyan, Presidente dell’Association de Promotion et de Sauvegarde du Front de Mer, che ha segnalato come, almeno quattro spiagge, siano andate fuori dalle righe anche sotto il profilo delle emissioni sonore.

In municipio non negano e Anthony Borré, premier adjoint con delega alla Sécurité, nel ricordare l’impegno di 70 pattuglie della Police Municipale concentrate sull’ipercentro, ha anticipato l’invio di lettere ai concessionari per sollecitarli al rispetto delle norme e dei regolamenti sulle emissioni sonore ed anche la richiesta del Sindaco Christian Estrosi perché vengano ampliati i poteri degli enti locali con la facoltà di applicare le sanzioni di chiusura amministrativa.

Le quattro spiagge tirate in causa dall’associazione (Amour, La Vela, Coccoon e Les Canailles) respingono ogni addebito, ricordano di essere state più volte oggetto di controlli e di essere nel mirino anche dei passanti.

Fatto sta che chi ha avuto l’opportunità di passeggiare di sera lungo al Promenade certe “storture” le ha rilevate, senza problemi.

Montecarlonews ha pubblicato anche le fotografie…qualche “aggiustatina” appare quanto mai necessaria e urgente.
                                          

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium