/ Altre notizie

Altre notizie | 30 marzo 2020, 18:42

Principato di Monaco: altri tre casi positivi, salgono a 49 le persone colpite dal coronavirus

Adottata una serie di misure necessarie per garantire la sanità dei residenti. Rimangono chiusi i luoghi pubblici.

Principato di Monaco: altri tre casi positivi, salgono a 49 le persone colpite dal coronavirus

Altre 3 persone nel Principato di Monaco sono risultate positive oggi al Covid-19. Aumenta, quindi, anche il bilancio monegasco portando a 49 le persone che hanno contratto il Coronavirus..

Su indicazione del Principe Alberto e seguendo le misure adottate dalla Francia, il governo di Monaco ha intanto prorogato la normativa varata 10 giorni fa sulla regolamentazione degli spostamenti, fino al 15 aprile per continuare gli sforzi compiuti negli ultimi dieci giorni e contenere la diffusione del virus.

“È essenziale ricordare che – sottolinea il governo monegasco - il virus non circola da solo, è il movimento delle persone che promuove la pandemia. È per questo motivo che il Governo del Principato ha adottato una serie di misure necessarie per proteggere la comunità nazionale. Saranno consentiti solo viaggi limitati per comprare cibo, ricevere cure mediche o aiutare membri della famiglia. Consentite anche brevi passeggiate con animali domestici o per sport individuali.

I luoghi aperti al pubblico, che non sono essenziali per la vita del Principato rimangono chiusi (in particolare ristoranti, caffè, sale da concerto, cinema, casinò e discoteche). Rimangono aperto:
• negozi e mercati alimentari
• Farmacie
• Tabacchi e uffici stampa
• Stazioni di servizio e banche.

Vengono mantenute anche le restrizioni sui viaggi notturni tra le 22 e le 5. In pratica saranno vietati i seguenti viaggi personali:
• per acquistare le forniture necessarie per l'attività professionale e gli acquisti di beni di prima necessità negli stabilimenti e nelle imprese locali autorizzati ad accogliere il pubblico;
• brevi, vicino a casa, legati all'attività fisica individuale delle persone e alle esigenze degli animali domestici.

I negozi non dovranno più accettare il pubblico dalle 21.30 per consentire ai propri clienti di conformarsi alle disposizioni. Le restrizioni sui movimenti notturni non verranno applicate al personale debitamente autorizzato a spostarsi a causa della natura essenziale delle loro missioni quali: personale di cura e assistenza, forze di sicurezza e di sanità o qualsiasi altra persona che giustifica una necessità imperativa come ad esempio l'assistenza a una persona fragile”.

Gli agenti della Polizia monegasca garantiranno la rigorosa applicazione delle disposizioni previste e sarà autorizzata a verbalizzare i trasgressori con una multa fino a 200 euro

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium