/ Altre notizie

Altre notizie | 29 gennaio 2021, 19:00

Giro di vite del Prefetto: la Polizia accentuerà i controlli in strada, negli esercizi commerciali e per impedire le feste clandestine

Relativamente al comportamento di un ristoratore di Nizza: “Ritengo che invocare la disobbedienza civile non sia un buon esempio da dare ai nostri giovani e alla popolazione che rispetta le regole”

Controlli di polizia in Place Massena

Controlli di polizia in Place Massena

Il Prefetto delle Alpi Marittime, Bernard Gonzalez, è sceso in campo in prima persona con un’intervista rilasciata alla rete televisiva France Bleu Azur.

Era quanto mai necessario dopo un primo tentativo di palese disobbedienza da parte di un ristoratore di Nizza che aveva aperto il proprio locale alla clientela provocando l’intervento della polizia che ha arrestato il titolare dell’esercizio commerciale e un cuoco, straniero e in regola e multato i clienti.

 

Un pugno duro che è stato ribadito dal rappresentante dello Stato nelle Alpi Marittime che si è espresso senza tentennamenti: “Ritengo che invocare la disobbedienza civile, comportarsi in questo modo non sia un buon esempio da dare ai nostri giovani, alla popolazione che rispetta le regole imposte nell'ambito delle misure anti-Covid. Apprezzo la fatica morale e fisica di tutti coloro che da molti mesi applicano queste misure in un ambiente di vita cui non eravamo abituati, tutti vogliono andare avanti e che quanto stiamo vivendo cessi”.

Relativamente al ristoratore che ha aperto il proprio esercizio, Bernard Gonzalez ha ricordato che sono stati avviati un procedimento penale da parte del Procuratore della Repubblica ed uno amministrativo che potrebbe concludersi con la chiusura del locale.

Relativamente all’ordinanza emessa di Christian Estrosi col divieto, nel mese di febbraio, durante le vacanze invernali, delle locazioni turistiche, il Prefetto non ha escluso che un analogo provvedimento possa essere emesso nel territorio dipartimentale.

Bernard Gonzalez si pronuncerà una volta acquisiti i pareri dell’Azienda Regionale della Salute e valutato il provvedimento sotto il punto della sua liceità in considerazione che sicuramente una simile ordinanza finirà sotto esame del Tribunale Amministrativo.

Infine Bernard Gonzalez ha segnalato come al momento 30mila persone hanno ricevuto una prima dose di vaccino e che il numero complessivo delle persone di età superiore ai 75 anni nelle Alpi Marittime è di 135mila.

Infine un avvertimento espresso nel modo più chiaro possibile. Da questa sera vi sarà un giro di vite da parte della polizia per sanzionare il mancato rispetto delle regole.

Controlli che il Prefetto ha indicato espressamente e che riguarderanno il rispetto del coprifuoco, il sovraffollamento dei centri commerciali, gli afflussi nei negozi, il rispetto dell’obbligo di indossare le mascherine, il distanziamento nelle aree di attesa di fronte ai ristoranti che fanno asporto e l’organizzazione di feste clandestine che vengono segnalate in discreto numero sulle reti sociali.





Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium