/ Business

Business | 07 maggio 2021, 09:30

Federico Lazzerini, il successo internazionale e il sogno delle Startup

Federico Lazzerini, il successo internazionale e il sogno delle Startup

Lazzerini è partito da Forte Dei Marmi, una delle località turistiche più esclusive ed eleganti di tutta Italia. Un piccolo gioiello che dagli anni '60 è una vera icona dello stile. A Forte dei Marmi si lanciano mode, nascono amori destinati a finire sulle pagine delle riviste di gossip e si vive la "bella vita”. Ma nascono anche dei Professionisti affermati, uno di questi è Federico Lazzerini, 29 anni, esperto di Marketing e Digital. Lazzerini, secondo Forbes, è tra i giovani emergenti che cambieranno l’economia. «Niente è impossibile. Farcela non è una questione di soldi. I Key-Man sono più importanti dei capitali, sono loro che trasformano le idee in realtà, dice Lazzerini».

Fin da ragazzino si dimostra diverso dagli altri. Determinato, ma pessimo a scuola «volevo essere il capellone che piaceva alle ragazze e amavo provocare, ma facevo già marketing, sorride». 

Dopo il liceo, tutti i suoi amici si iscrivono all’università, lui abbandona la scena scolastica. Da quel giorno, la sua vita sarà all’insegna dell’intraprendenza. «Quando mi sono ritirato dalla scuola non avrei mai immaginato che poco più di 10 anni dopo avrei vissuto una grandiosa avventura professionale. Fin da bambino sapevo che volevo fare qualcosa di mio, di straordinario. Oggi la mia vita si è mescolata completamente al mio lavoro, al punto che una cosa è diventata l’altra. Per questo mi sento un privilegiato: tutte le mattine quando mi sveglio ringrazio il cielo di inseguire i miei sogni, perché vado al lavoro con il sorriso sulle labbra, certo... ogni tanto con qualche mal di pancia, ma fa parte del gioco».

Il Successo Internazionale con Colors For Peace

Lazzerini, è la mente dietro la scalata Internazionale di Colors For Peace, charity organizations premiata con l’alto patronato del parlamento Europeo per tre anni consecutivi. Gli Eventi sono la parte più visibile del lavoro e la missione dell’ente, ma non l’aspetto più importante - continua Lazzerini - il nostro è un mezzo di 'soft diplomacy' che facilita le relazioni tra i popoli creando ponti ed abbattendo muri. 

Colors For Peace collabora con i principali capi di stato e governi Mondiali, alle manifestazioni dell’ente hanno partecipato personalità rilevanti come: Angelino Alfano (Ministro Esteri Italia), Rex Tillerson (Segretario di Stato U.S.A.), Jean-Marc Ayrault (Ministro degli Esteri Francia) , David Sassoli (Presidente Parlamento Europeo) , Rashid Bin Hamed Al Sharqi (Sceicco Emirati Arabi Uniti) , Sergio Mattarella (Presidente repubblica Italiana), Boris Johnson (Primo Ministro del Regno Unito), per citarne alcuni. 

«Vogliamo fare la nostra parte, utilizzando la comunicazione, ma anche attraverso azioni concrete sensibilizzando le nuove generazioni e sperimentando strategie di raccolta fondi innovative e contemporanee per aiutare scuole primarie e dell’infanzia di tutto il pianeta ad assicurar diritti, opportunità e futuro a tanti bambini e giovani a cui i diritti ed educazione non sono garantiti, anche se dovrebbero esserlo.»

I Suoi passi nel mondo Imprenditoriale e Startup

«Avevo 27 anni, collaborazioni già buone e un’ottima sicurezza finanziaria, ma volevo creare qualcosa di mio e dare sfogo alla mia creatività. Ho delegato il ruolo da Digital strategist, occupandomene solo per una manciata di aziende l’anno come consulente, e mi sono buttato nell’imprenditoria pura, dovevo rischiare e quello era il momento giusto per cambiare i processi e il mio percorso». 

Così Lazzerini, insieme a Daniel Salvi fonda “Vatican Media” specializzata nella creazione di Brand e in campagne di Advertising. 

Dal 2018 al 2021, fonda nuove Startup: Digitale Marziale, La Crinique, Hyplayer, la nuova community Wesion,ed altre. 

Come sostiene lui stesso è ancora lontano da exit milionarie o validazioni di mercato da “Upstar” ma è solo questione di tempo, e su questo garantisce il colosso Forbes, che lo ritiene un campione del futuro. 

Ognuno deve trovare la sua strada

La storia di Federico Lazzerini è piena di insegnamenti. «Ma io non voglio essere un modello per nessuno, anche perché ad oggi non sono nessuno. Sono solamente un sognatore che si è tolto qualche soddisfazione, il bello deve ancora venire».


TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium