/ Nizza

Nizza | 08 luglio 2022, 07:00

Due medaglie per il vino “che non fa venire il mal di testa”

Riconoscimento per i vini biologici rosso e bianco di Bellet prodotti dal domaine Château de Crémat

Colline di Bellet, foto di Patrizia Gallo

Colline di Bellet, foto di Patrizia Gallo

Scherzando, i produttori sostengono che si tratta di un vino che non venire mal di testa e…non scherzano nemmeno!
Si tratta del vino biologico di Bellet che ha ottenuto altri due riconoscimenti da aggiungere ad un palma res di tutto rispetto.

L’annata 2019 del vino, che si produce esclusivamente sulle colline di Nizza, ha ottenuto due medaglie, una d’oro e l’altra d’argento, al Concorso Internazionale dei vini biologici.

 

 

Ad essere premiato il domaine Château de Crémat col massimo riconoscimento per il proprio rosso biologico e con la medaglia d’argento per il bianco.

Il vino, in particolare, non farebbe venire il mal di testa, anche se si alza un poco di più il gomito, perché le regole del biologico prevedono l’esclusione di trattamenti fertilizzanti chimici e deve sottostare a regole ferree per quanto concerne gli additivi.

I maggiori imputati per il “mal di testa” sono i solfiti che, nel vino biologico, non devono eccedere i 5 grammi per ogni ettolitro.

Grossa particolarità del vino biologico è che ogni annata muta a seconda delle situazioni climatiche: è sempre da scoprire, dunque, rispetto a quello non biologico che tende a stabilizzare il sapore.





Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium