/ Business

Business | 16 aprile 2024, 12:55

Monaco Economic Conferences, Lord Sebastian Coe: "Il successo di un'impresa si misura attraverso l'efficienza sotto pressione"

Il Presidente di World Athletics fornisce un punto di vista originale sui diversi aspetti dello sport che ha legami, ma anche una certa somiglianza, con quello degli affari

Monaco Economic Conferences, Lord Sebastian Coe: "Il successo di un'impresa si misura attraverso l'efficienza sotto pressione"

Nell'ambito delle "Monaco Economic Conferences" organizzate dal Monaco Economic Board e la cui particolarità è di essere in inglese, Lord Sebastian Coe, Presidente di World Athletics (la federazione internazionale di atletica) ha fornito un punto di vista originale sui diversi aspetti dello sport che ha legami, ma anche una certa somiglianza, con il mondo degli affari. Una testimonianza appassionante resa possibile da CFM Indosuez, partner esclusivo dell'evento. Piuttosto eccezionale, a cui i membri del MEB sono stati invitati giovedì 11 aprile allo Yacht Club di Monaco.

Lord Sebastian Coe, due volte campione olimpico dei 1500m nel 1980 e 1984, membro del Parlamento Britannico dal 1992 al 1997, Presidente del Comitato Organizzatore delle Olimpiadi di Londra del 2012, e dal 2015 Presidente di World Athletics, la federazione internazionale di atletica con sede nel Principato, ha giocato il gioco di una conferenza informale, sotto forma di un "Fireside Chat" (discussione accanto al fuoco), condotto da Justin Highman, Vice Direttore Generale del MEB.

Lo scambio ha riguardato in particolare i legami e le somiglianze tra business e sport, e secondo l'ex atleta di alto livello, sono numerosi: "Un'azienda ben gestita funziona perché funziona sul principio di un impegno quotidiano, proprio come nello sport. Il principio è quello di rimanere concentrati sul proprio obiettivo e di essere in grado di essere efficace pur essendo sotto pressione. Che si tratti di sport o di affari, non si fa nulla di buono in una notte, richiede grande dedizione e persino sacrifici." 

Evocando i suoi inizi e la sua visione del mondo di allora, Lord Coe nota l'evoluzione di questo approccio da parte della gioventù attuale: "La gente della mia generazione che voleva cambiare le cose si impegnava in associazioni o in politica, e molti giovani di oggi pensano di poterlo fare attraverso l'impresa, trovo molto interessante che anche il business possa svolgere questo ruolo".

Secondo Lord Coe, il rapporto tra sport e sponsor si è evoluto negli ultimi vent'anni, in un'epoca in cui la reputazione è diventata fondamentale. "Le aziende che ci sponsorizzano richiedono livelli di governance molto più elevati di prima e anche il contrario è vero, I dirigenti delle istituzioni sportive sono molto più attenti all'etica dei loro sponsor (...) Quando le partnership falliscono è raramente per ragioni finanziarie, è spesso a causa di una rivelazione che fa notizia".

A poco più di 100 giorni dalle Olimpiadi di Parigi, il capo organizzatore delle Olimpiadi di Londra ha ripercorso questa straordinaria esperienza: "Come istanza, World Athletics sceglie le città che hanno quattro anni per organizzare i campionati del mondo. I giochi olimpici sono 28 campionati del mondo simultanei, in una stessa città, concentrati su due settimane.

Non si può immaginare tutto questo." Una sfida che in realtà è duplice, con i giochi paralimpici che si susseguono nelle due settimane successive. E Sebastian Coe a dare alcuni consigli ai suoi successori all'avvicinarsi delle prove: "Mantenere il buon umore, prendersi cura gli uni degli altri all'interno dell'organizzazione ma anche testare, testare e testare ogni sito, ogni apparecchiatura, ogni situazione."

Lord Coe ha così moltiplicato gli aneddoti, le analisi approfondite del posto dello sport nel mondo attuale e si è evidentemente divertito a rispondere alle domande del pubblico. Un'esperienza davvero stimolante per la platea di imprenditori venuti ad ascoltare le parole di un uomo che certamente non ha finito di sorprenderci.

Cesare Mandrile

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium