/ Eventi

Eventi | 19 novembre 2019, 08:30

Se desideri conoscere i segreti e tesori dell'enogastronomia, vieni a Torino al “Gourmet Food Festival”

Dal 22 al 24 novembre a Lingotto Fiere di Torino incontri, laboratori, educational per operatori, produttori e grande pubblico

Se desideri conoscere i segreti e tesori dell'enogastronomia, vieni a Torino al “Gourmet Food Festival”

Torna a Lingotto Fiere di Torino, dal 22 al 24 novembre 2019, Gourmet Food Festival, un evento dedicato al mondo del food in cui visitatori, produttori e operatori del settore si incontrano per scoprire e scambiare conoscenze, segreti e ricette del mondo enogastronomico.

Il festival, alla sua seconda edizione, nasce a Torino, una delle culle mondiali dell’enogastronomia, con l’obiettivo di promuovere e narrare il rapporto fra cibo e territorio (regionale, italiano, internazionale) attraverso il minimo comune denominatore della qualità e dell’eccellenza. Grazie al ricchissimo calendario di appuntamenti ed eventi, il pubblico può conoscere tesori enogastronomici o seguire corsi e lezioni di cucina e assaggiare i migliori piatti, vini e birre selezionati da Gourmet Food Festival.

Durante i tre giorni di festival sono tantissimi gli appuntamenti e le opportunità di formazione e conoscenza, organizzate in progetti e proposte speciali.

VIII Campionato mondiale di Pesto al mortaio - a Gourmet le gare eliminatorie

Gourmet Food Festival ospita la 32° Gara eliminatoria valida per la qualificazione VII campionato mondiale di Pesto al mortaio, competizione biennale che dal 2007 si svolge a Genova nel Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale.

Le gare eliminatorie, aperte a tutti, professionisti, appassionati e curiosi in cucina, offrono l'occasione per imparare a preparare il Pesto genovese e conoscere gli ingredienti della ricetta originale, massima espressione del territorio. Il regolamento prevede che nella preparazione del Pesto al mortaio possano essere utilizzati solo ed esclusivamente gli ingredienti e gli strumenti messi a disposizione dall’organizzazione, ad eccezione del proprio mortaio per coloro che ne fanno richiesta. Gli ingredienti previsti dalla ricetta ufficiale sono: basilico genovese DOP, pinoli italiani, aglio di Vessalico (Imperia), parmigiano reggiano DOP, fiore sardo DOP, sale marino delle saline di Trapani e olio extravergine di oliva DOP della Riviera Ligure. Una giuria di professionisti valuta il Pesto preparato dai 20 concorrenti in gara e il vincitore ha la possibilità di partecipare di diritto al prossimo Campionato Mondiale – in programma il 28 marzo 2020 al Palazzo Ducale di Genova - per aggiudicarsi il titolo di Campione, attualmente detenuto dal milanese Emiliano Pescarolo. L'appuntamento con la gara è per sabato 23 novembre alle ore 11.30 in Sala Forchetta.

La vera cucina giapponese spiegata in una lezione-riflessione dello Chef Hiroto Akama

Grandissima attesa per lo chef Hiroto Akama, il Maestro Viaggiatore della Cucina Giapponese che da alcuni anni gira il mondo, dagli Stati Unititi all’Australia, dall’Europa all’Asia, per insegnarla. Il 24 novembre alle ore 16.30 presso la Sala Forchetta, Hiroto Akama spiega i sapori, colori e profumi della cucina giapponese utilizzando i prodotti tradizionali di Wakayama, regione del Kansai definita “cuore spirituale” del Giappone. Attraverso la spiegazione e l’assaggio di alcune semplici ricette e prodotti tradizionali, lo chef fa “viaggiare” i partecipanti nel raffinatissimo mondo della cucina giapponese, inserita tra i Patrimoni dell’Umanità Unesco. Hiroto Akama, formato alla prestigiosa scuola Tsuji di Osaka, si è affermato professionalmente ancora giovanissimo e oggi è Chef executive dell’Osakaya Iina Hotel di Wakayama; consulente Food della JAL, principale compagnia aerea giapponese; membrodell’AJCA, All Japan Cooks Association; sommelier affermato nel mondo del sakè e esperto di cucina vegetariana. Per la lezione a Gourmet Food Festival Akama si presenta con Masanori Tezuka, chef del Miyabi di Torino, Yukari Sato, sommelier del Ristorante del Circolo dei Lettori, e Sayaka Miyamoto, giornalista esperta di food. La lezione è introdotta da Daniela Patriarca, responsabile del progetto ICT – Italian Culinary Tradition, mentre Costantino Tomopoulos, socio fondatore ICT, spiega al pubblico la lavorazione della salsa di soia, nata proprio nella regione di Wakayama e prodotta a Yuasa Town dal XIII sec e offre il Mormaggio, un formaggio italiano affinato nel preziosissimo Moromi, un derivato della lavorazione della soia, presentato a Tokyo in occasione del Salone dei Formaggi italiani ICE 2019.

My Personal Beer Corner: a Gourmet il meglio del mondo della birra artigianale italiana

Qualità delle materie prime, processi di produzione, abbinamento in tavola: Gourmet dedica ampio spazio alla cultura brassicola, per far crescere attenzione, conoscenza e consapevolezza del prodotto tra il pubblico, e non solo tra gli appassionati. Il focus di quest’anno è sulle birre artigianali italiane con prevalenza piemontese, a cui è dedicata un’area espositiva collettiva, realizzata in collaborazione con l’associazione My Personal Beer Corner. Sono presenti a Gourmet 14 birrifici, dalle province di Cuneo (Baladin, Trunasse, Kauss, Carrù), Torino (San Michele, Filodilana, LaPiazza, Soralamà, Aleghe), Novara (Croce di Malto, DiciottoZeroUno), Asti (Sagrin), Firenze (S. Giminiano) e dalla Sardegna il Birrificio 4 Mori. Nello stand istituzionale My Personal Beer Corner è presente inoltre uno “special guest” che fa conoscere alcune produzioni emiliane e qualche particolare chicca italiana.

Inoltre, durante i tre giorni di festival vengono proposti laboratori e degustazioni guidate. Tra i laboratori, venerdì alle ore 19.00 AB cheers, incontro di introduzione al mondo delle birre artigianali; sabato alle ore 16.30 Homebrewing, un focus sulla produzione casalinga di birra, con realizzazione di una cotta dimostrativa. Grande appuntamento domenica 24 con Teo Musso di Baladin per scoprire il percorso della birra “dalla terra al bicchiere”. L’occasione permette di approfondire il tema delle materie prime e di degustare la Nazionale Luppolo Fresco 2019. A seguire, alle ore 19 viene presentata la guida Atlante dei Birrifici Italiani, (Libreria Geografica Ed.) con la partecipazione degli autori D. Bertinotti e A. Camaschella. Incontro con degustazione. Non poteva mancare l’abbinamento con il food: sabato 23 novembre è protagonista lo chef Luca Barbiero con il suo showcooking La cucina a legna dalle montagne piemontesi alle praterie del sud degli Stati Uniti. In degustazione un piatto a base di polenta e cinghiale, cui segue un Pulled Pork accompagnato con Cornbread - birre in abbinamento. Ogni giorno sono inoltre in programma degustazioni guidate dedicate alle birre di Natale, per accompagnare il pubblico alla scoperta delle produzioni brassicole realizzate per le festività dai birrifici presenti nel Beer Corner: appuntamento venerdì e domenica alle ore 15.00 e sabato alle 19.00. Le degustazioni sono a cura di Andrea Camaschella.

Gourmet Food Festival – II edizione

22-24 NOVEMBRE 2019

ORARI:

venerdì 22 e sabato 23: dalle ore 10.00 alle ore 22.00

domenica 24: dalle ore 10.00 alle ore 20.00

PADIGLIONE 1 | LINGOTTO FIERE TORINO

Via Nizza 294, Torino

Ingresso 5 euro

Scarica dal sito il coupon per ottenere una Gourmoneta sconto per partecipare a moltissime attività all’interno del festival

Per maggiori info

info@gourmetfoodfestival.it 

www.gourmetfoodfestival.it 

Informazione pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium