/ Altre notizie

Altre notizie | 27 febbraio 2020, 17:28

Le due donne sospettate di Coronarivus a Monte Carlo sono risultate negative ai tamponi, scuole aperte dal 2 marzo

La paura s'è un po' dileguata nel Principato di Monaco. Dopo i due casi sospetti di Coronavirus riportati questa settimana da due donne, i tamponi eseguiti su esse hanno accertato l'assenza del virus. Un lieve sollievo per tutto lo Stato principesco.

E finalmente calata la paura nel Principato di Monaco

E finalmente calata la paura nel Principato di Monaco

Il sollievo è proprio la parola d'ordine oggi nel Principato. 

Dopo una settimana di alta tensione dovuta alla vicinanza della presenza del Virus, le acque si sono finalmente acquietate. 

Lunedì pomeriggio, mentre stavano salendo i numeri di casi conclamati in Italia, due donne si sono presentate all'Ospedale Princesse Grâce di Monaco, con dei sintomi preoccupanti. Subito sono state ricoverate e assistite dal personale ospedaliero. 

Sono state poi sottoposte ai tamponi di analisi realizzati a cura del Centro Analitico di Marsiglia per accertare la presenza o l'assenza del virus. Questi ultimi per fortuna sono risultati negativi per entrambe le donne. 

Il Dipartimento degli Affari Sociali e della Salute ne è stato poi informato.

Un esito felice dunque che allevia i 30 000 residenti monegaschi, nonché i dipendenti transfrontalieri e turisti che ogni giorno si recano nel Principato. 

L'8,4 % dei dipendenti che lavorano a Monaco sono italiani, ciò che equivale a 6.000 persone. 

In caso di sospetto di Coronavirus, chiamate il 112. 

 

Intanto il governo ha comunicato che le scuole saranno normalmente aperte a partire dal 2 marzo. I ragazzi provenienti da Cina, Hong Kong, Macao, Singapore, Corée du Sud, Thaïlande, Japon, Taïwan, Malaisie e Italia dalla Lombardia, Veneto e Emilia saranno posti in quarantena 14 giorni a casa, non frequentando gli istituti.

Viaggi presso le zone indicate saranno monitorati per evitare espandersi dell'epidemia. Non sono vietati eventi e congressi sebbene saranno attivate misure preventive per i partecipanti provenienti dalle zone indicate.

 



Gianni Covino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium