/ Ambiente

Ambiente | 05 giugno 2020, 07:00

Riaprono i venti parchi naturali più belli della Costa Azzurra (Video)

Una carrellata sulle venti aree che sono a disposizione per un’estate diversa a pochi chilometri dalle spiagge

Parc du San Peyre

Parc du San Peyre

I 20 parchi naturali del Dipartimento delle Alpi Marittime sono tutti nuovamente aperti e fruibili. Si tratta di un enorme patrimonio ambientale che Montecarlonews sta “raccontando” con una serie di articoli dedicati ad ogni parco.

Un territorio con risorse naturali e culturali uniche, le Alpi Marittime dispongono di 19 parchi escursionistici naturali e un parco marittimo: una superficie totale di 4.700 ettari.

 

Dalla costa all'entroterra, questi spazi, difesi e preservati, costituiscono paradisi di pace e favoriscono il relax, il tempo libero e lo sport.
Consentono di apprezzare la bellezza dei paesaggi, tra pianure verdi, foreste e paesaggi lunari e persino d’immergersi in una moltitudine di specie marine, piante e rocce caratteristiche dei fondali del Mediterraneo.

L’estate che abbiamo davanti a noi sarà senza dubbio diversa, con meno spiaggia e più escursioni alla scoperta di zone che, poste a poca distanza, consentono di vivere in piena libertà, di scoprire il territorio ed anche di trascorrere alcune ore avendo ampi spazi a nostra disposizione.

I venti parchi Dipartimentali sono:


Nelle Alpi Marittime, i 19 parchi naturali terrestri e il parco marittimo gestiti dal Dipartimento vengono visitati ogni anno da milioni di visitatori.

Da Théoule-sur-Mer a Mentone, presentano caratteristiche diverse in termini di topografia, posizione, biodiversità e servizi.

Alcuni gesti barriera e norme comportamentali sono necessari e sono stati imposti quali regola per chi accede a queste aree protette:

  • Gli assembramenti sono limitati a un massimo di 10 persone.
  • Rispetto della distanza sociale di 1 m tra le persone.
  • Salutarsi senza stringere la mano, evitare di baciarsi e rispettare tutti i gesti di barriera.

Informazioni specifiche sulle restrizioni di accesso per i parchi naturali dipartimentali:

  • I campi da gioco al chiuso di Vaugrenier, La Valmasque ed Estiennes d'Orves continuano a non essere accessibili;
  • Le aree fitness, recintate o meno, sono accessibili così come i percorsi sportivi dei parchi di La Valmasque, Lac du Broc, Grande Corniche, Roquevignon, Sinodon e Vaugrenier;
  • L'area fitness di Cros de Casté rimane chiusa;
  • La Maison de la Nature rimane chiusa;
  • I servizi igienici sono accessibili.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium