/ Business

Business | 16 novembre 2020, 11:00

Gli effetti del covid-19 sull'economia svizzera

È noto a tutti che la Svizzera ha da sempre una vocazione per il business. Secondo gli ultimi sondaggi, gli svizzeri sarebbero più preoccupati per gli effetti del virus covid-19 sul sistema economico più che il virus stesso.

Gli effetti del covid-19 sull'economia svizzera

È noto a tutti che la Svizzera ha da sempre una vocazione per il business. Secondo gli ultimi sondaggi, gli svizzeri sarebbero più preoccupati per gli effetti del virus covid – 19 sul sistema economico più che il virus stesso. D’altronde questa è solo una delle tante incognite che ha influenzato e influenza tutt'ora i mercati dopo la Brexit e le elezioni presidenziali negli Stati Uniti. 

Per ora, gli ospedali svizzeri sembrano reggere, seppur siano stati costretti a rimandare gli interventi meno urgenti e riconvertire la maggior parte dei reparti. Il ministro delle Finanze svizzere Ueli Maurer si dice preoccupato per la seconda ondata. La Svizzera non si può permettere un secondo lockdown totale e prolungato come quello di marzo e aprile per via di una mancanza di fondi, rischiando di non attutire il colpo. 

I ristori svizzeri 

Sono diversi i problemi che l'economia svizzera alle prese con il covid-19 affronta, iniziando proprio dalle spese e dagli investimenti statali. Per sostenere le attività in difficoltà durante il primo lockdown, il governo ha stanziato aiuti per 22 miliardi di franchi svizzeri, emettendo titoli di debito che corrispondono al 3% del Pil. Sebbene il rapporto debito/Pil sia appena del 41%, molti esperti si dicono preoccupati per un eccessivo ricorso a tali misure.

I mercati in Svizzera

Nel primo trimestre dell'anno c’è stata una evidente flessione degli indici, soprattutto intorno al mese di marzo. Nel trimestre successivo si è registrata una ripresa con rialzi dei mercati finanziari. Resta però un’incognita il futuro poiché è difficile prevedere l'andamento dei listini principali, delle valute maggiori e anche dei beni rifugio, sebbene la notizia dei buoni risultati dei test sul vaccino abbiano prodotto nuova fiducia. 

A registrare un’importante crescita sono soprattutto le cripto valute come Bitcoin. Dopo un rallentamento in seguito ai primi anni del lancio, la crisi legata alla pandemia fa risalire Bitcoin al 50%, raggiungendo quota $ 16.000. Questo è l’effetto delle incertezze legate al futuro che spostano investimenti soprattutto in questo senso.

Il livello di occupazione

È sempre interessante guardare ai dati relativi al livello di occupazione; è un dato che fa capire lo stato di salute di un sistema economico. Facendo un confronto tra il 2019 e il 2020, il numero di persone occupate nei cantoni svizzeri registra una flessione dello 0,4%, che equivale ad oltre 21 mila persone senza lavoro. Il tasso di disoccupazione della Svizzera è salito dal 4,6% al 5,3%. Tuttavia, bisogna tenere conto che anche i lavoratori che hanno subito una riduzione del lavoro risultano comunque occupati.

La disoccupazione cresce molto tra le persone di nazionalità svizzera ma anche tra quelle di nazionalità straniera, sebbene in misura minore, che rappresentano un’importante risorsa economica per il paese. Sia frontalieri che il titolare di un permesso di domicilio o dimora sono stati colpiti dalla crisi, ma in maggiore misura i primi soprattutto per il forte impatto della pandemia nella regione Lombardia.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium