/ Altre notizie

Altre notizie | 05 dicembre 2020, 10:00

Neve nell’arrière pays, ma a Tende non si arresta il treno

Molta neve a quote alte, Isola 2000 e Auron (dove oggi sarebbe dovuta iniziare la stagione sciistica) sotto una bianca coltre

Tende, il treno per Cuneo il 4 dicembre 2020 in messo alla neve

Tende, il treno per Cuneo il 4 dicembre 2020 in messo alla neve

E’ nevicato su tutto l’arco alpino e l’oro bianco è sceso in abbondanza anche sul versate francese.


Oltre i 900 metri di altezza (individuata quale quota neve) una bianca coltre si è posata sui villaggi montani, sulle strade ed ha coperto i disastri della Tempesta Alex nelle valli Roya, Tinée e Vésubie.

Sarebbe stata una buona notizia non fosse intervenuto il blocco degli impianti sciistici, proprio per oggi era annunciato l’avvio della stagione ad Isola 2000 e ad Auron, mentre La Colmiane (foto in basso) avrebbe dovuto tardare di una sola settimana.

Tutto annullato, anche se gli 80 centimetri di neve scesi sopra i 2000 metri “torneranno buoni” dopo capodanno quando finalmente gli impianti di risalita potranno iniziare a lavorare.

Anche per oggi sono attese nevicate sopra i 700 metri, poi occorrerà attendere fino a martedì per rivedere i fiocchi scendere, ma a quote più alte.
Il limite neve dagli attuali 900 metri potrebbe alzarsi fino a 1.100.

A Tende, in alta Valle Roya, ancora isolata verso la bassa valle, continua a funzionare, nonostante la neve, il treno che giunge regolarmente da Cuneo, come mostra la fotografia tratta da Facebook che pubblichiamo a corredo di questo articolo.



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium