/ Altre notizie

Altre notizie | 07 marzo 2021, 07:00

Nizza, un fine settimana all’insegna dei …vaccini! (Foto)

Si sta vaccinando un po’ in tutti i centri del Dipartimento delle Alpi Marittime dopo che sono giunte migliaia di dosi aggiuntive. Da Nizza all’arrière pays, da Cannes a Menton sono ore di inoculazioni per le persone di età superiore ai 50 anni con patologie e per tutte quelle oltre i 75 anni. Nelle case di riposo vaccinato l’80% degli ospiti, secondo il gruppo Korian

Vaccinazioni a Nizza ieri

Vaccinazioni a Nizza ieri

Non da tutte le parti la storia è la medesima, almeno stando a quanto sta accadendo, in queste ore, nel Dipartimento delle Alpi Marittime dove la campagna di vaccinazione per contrastare la pandemia da Covid 19 e le sue varianti sta registrando una forte accelerazione.

Si tratta di un fine settimana all’insegna della siringa e del sorriso strappato a chi “raggiunge la meta" e si sente come liberato dopo aver ottenuto il primo trattamento.

 

Da Cannes a Nizza, dall’arrière pays alle località colpite dalla tempesta Alex come Breil, anche oggi trascorrerà all’insegna della mobilitazione e delle inoculazioni.

Dopo l’impennata della pandemia che ha reso “rosso scuro” il Sud Est francese e, in particolare, Nizza e il Dipartimento delle Alpes Maritimes, 13mila nuove dosi aggiuntive sono state rese disponibili.

 

E’ l’effetto della visita nel Dipartimento del Ministro della solidarietà e della salute, Olivier Véran, che ha messo a disposizione della Prefettura le dosi dando il via ad un piano per un'azione intensificata per combattere l'epidemia di COVID 19.
Una delle componenti essenziali di questo piano d'azione prevede l'accelerazione della vaccinazione.

Una prima dotazione aggiuntiva di 4.500 dosi di vaccini Pfizer è stata ricevuta lunedì 22 febbraio e immediatamente resa disponibile ai centri vaccinali del dipartimento. Al dipartimento sono state assegnate anche 11.000 dosi di vaccini AstraZeneca.

 

Grazie a questi stanziamenti e alla mobilitazione di responsabili di centri vaccinali, medici e operatori sanitari, la sera di mercoledì 3 marzo risultavano già effettuate 99.775 iniezioni: 64.066 prime iniezioni e 35.709 seconde iniezioni.

Ora sono giunte 13 mila nuove dosi aggiuntive messe a disposizione della Métropole ed altre del Dipartimento delle Alpi Marittime: altrettanti cittadini si stanno recando nei diversi centri di vaccinazione (l’elenco è sul sito https://www.sante.fr/cf/centres-vaccination-covid.html ) che eccezionalmente, grazie ad una straordinaria mobilitazione, restano aperti nel fine settimana con fasce orarie prolungate.

I viaggi ai centri di vaccinazione sono ovviamente consentiti durante coprifuoco: le persone interessate devono essere in possesso dell’autocertificazione che può essere scaricata sul sito https://www.interieur.gouv.fr/Actualites/L-actu-du-Ministere/Attestations-de-deplacement-couvre-feu 

Vengono vaccinate le seguenti categorie di persone:

  • Persone con più di 75 anni;
  • Persone di età compresa tra 50 e 74 anni, con patologie aggiuntive o con fattori di rischio
  • Professionisti sanitari (e altri professionisti di istituti sanitari e istituti medico-sociali che lavorano con persone vulnerabili), assistenti domiciliari che lavorano con persone anziane e disabili vulnerabili, vigili del fuoco.

Buona parte dei vaccini inoculati sono quelli prodotti da AstraZeneca: si sono mobilitati esperti per spiegare che l'effetto collaterale comune prodotto può essere una sindrome influenzale di breve durata da trattare con il paracetamolo.

La copertura assicurata dal vaccino varia dal 90% al 95%: secondo quanto assicurato dal primo ministro Jean Castex l’accelerazione proseguirà anche nelle prossime settimane, così da riuscire a vaccinare 20 milioni di francesi entro metà maggio.

Alle persone di età superiore ai 75 anni o a quelle che soffrono per altre patologie o sono a rischio vengono invece inoculati i vaccini Pfizer.

E’ il caso delle case di cura: secondo il gruppo Korian che gestisce un notevole numero di strutture risulterebbe ormai vaccinato, almeno con la prima dose, l’80% degli ospiti



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium