/ Altre notizie

Altre notizie | 07 ottobre 2021, 07:00

Congressi, esposizioni e spettacoli: i progetti che cambieranno Nizza (Foto)

Oggi il Consiglio Municipale è chiamato a dare il via ad un ambizioso progetto che strutturerà il futuro culturale e turistico della città. Estrosi: “L'attrattività del nostro territorio deve essere costruita su due pilastri: la cultura e la qualità del nostro ambiente di vita e di ospitalità”

Palais des arts et de la culture

Palais des arts et de la culture

A poche ore dalla riunione del Consiglio Municipale di Nizza prevista per oggi, Christian Estrosi ha anticipato i progetti delle future sedi alle quali faranno capo l’attività dei congressi, delle mostre e degli spettacoli.

L'emergenza sanitaria, ha sottolineato il Sindaco, ha dimostrato che l'attrattività del nostro territorio deve essere costruita su due pilastri: la cultura e la qualità del nostro ambiente di vita e di ospitalità”.

Palais des arts et de la culture - Vue nuit

Per quanto riguarda il settore culturale, l'iscrizione di "Nice, la ville de la villégiature d’hiver de riviera" nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO segna una svolta senza precedenti in termini di immagine, influenza culturale e patrimonio.

L'estensione della Promenade du Paillon è vista come una grande opportunità per continuare lungo la strada della trasformazione assicurando un’offerta armoniosa nel campo del teatro e delle arti dello spettacolo.

Palais des expositions et des congrès

Per quanto concerne il Teatro Nazionale di Nizza, è prevista un'offerta teatrale diversificata e complementare diffusa su tutto il territorio, attorno a 4 luoghi:

  • Les Franciscains: sala da 300 posti che ospiterà le équipes del Teatro Nazionale e l'accoglienza degli artisti in tournée nella regione (fine lavori, primavera 2022);
  • Il Palazzo delle Arti e della Cultura: 800 posti nell'attuale Quartiere Fieristico (consegna per la stagione 2025-2026);
  • Una nuova struttura nei quartieri Ovest: 600 posti a sedere accanto al Nikaïa (primavera 2022);
  • Iconic, una nuova sala in centro città: 500 posti (consegna ultimo trimestre 2022). Questa nuova offerta culturale sosterrà la candidatura di Nizza a Capitale Europea della Cultura nel 2028.

Palais des expositions et des congrès

 

Per quanto riguarda l’impegno congressuale l’amministrazione municipale non nasconde la propria ambizione adeguata alle nuove aspettative.
Nizza usufruirà del primo Centro Espositivo e Congressuale (PEC) che terrà conto del contesto post-COVID e le diverse possibili trasformazioni per ospitare Congressi e Mostre.
La PEC sarà progettata come una struttura di ultima generazione, più ecologica, più digitale, completamente connessa che sarà in grado di attrarre eventi come il Forum di transizione o le Assises des Économies de la Mer.

 

Théâtre éphémère

La realizzazione di questa attrezzatura sarà in sinergia con gli hotel del territorio, pienamente integrati fin dall'inizio.

Dopo la demolizione dell'Acropolis, la riqualificazione del Nikaïa garantirà una continuità dell'attività congressuale con l'installazione di una sala per mille persone, sale riunioni modulari, uno spazio espositivo di diverse migliaia di metri quadrati e un'eventuale messa in comune di attrezzature ad uso del Teatro Nazionale di Nizza.


Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium