/ Eventi

Eventi | 04 gennaio 2022, 19:00

La “materia del paesaggio” in una prestigiosa mostra di Jacques Renoir (Foto)

“Allora mi sono posto la vera domanda: che cos'è un paesaggio? Un paesaggio è un accumulo casuale di vari materiali, terra, acqua, legno, pietre”. L’esposizione alla Galerie del Musée de la Photographie è aperta fino al 20 febbraio 2022

"Matières à Paysages" di Jacques Renoir

"Matières à Paysages" di Jacques Renoir

La mostra "Matières à Paysages" di Jacques Renoir, in corso alla Galerie del Musée de la Photographie Charles Nègre può essere visitata fino al 20 febbraio 2022.

 

 

E’ lo stesso autore, Jacques Renoir, a raccontare la propria mostra: "La natura offre un'abbondanza di soggetti utili alla riflessione e all'interpretazione artistica, così il fotografo si appropria della ricchezza di questa tavolozza di colori e forme.

 

Durante le escursioni nel massiccio del Mercantour ho cercato, invano, di cogliere le sottigliezze del Paesaggio. La mia macchina fotografica era a tracolla. A che serve scattare una foto simile ad una cartolina che potrei acquistare dal tabaccaio del paese!

 

Allora mi sono posto la vera domanda: che cos'è un paesaggio? Un paesaggio è un accumulo casuale di vari materiali, terra, acqua, legno, pietre.
Da allora in poi, ho fotografato questi elementi, in bianco e nero per esaltare i contrasti e le trame, in verticale perché tale mi sembrava l'orizzonte nella montagne.

 

 

Di fronte a quello che definiamo un bel paesaggio, una vista panoramica, mi sono reso conto che il paesaggio non era dove ce lo aspettavamo.
In effetti, ero nel paesaggio, camminavo sul paesaggio. Da allora, guardo dove metto il piede! E allora tutto diventa materia per il paesaggio
".

 

Jacques Renoir si é affermato molto presto grazie alla passione per l'immagine e la fotografia. Diplomato alla Scuola Tecnica di Fotografia e Cinematografia Louis Lumière, è cameraman dei registi più famosi (Vadim, Claude Sautet, Granier Deferre, Edouard Molinaro, Lewis Gilbert, John Frankenheimer, Bob Raefelson).

 

La sua curiosità di scoprire il mondo lo porta sulla scia di Calypso e Cousteau. Ha trascorso sette anni a filmare e dirigere episodi della famosa serie TV. Quattro nomination e un Emmy Award coronano questa collaborazione.
Poi ha proseguito con importanti servizi televisivi: Bangladesh, Corea del Nord e Libano prima di tornare in Francia per dedicarsi, come direttore della fotografia, al cinema ed alle fiction televisive (Navarro).

 

 

Jacques Renoir è anche l'autore di una biografia romanzata di Auguste Renoir e dei suoi parenti, Le tableau amourous a Fayard (e in brossura a Libretto), adattata per il cinema, Renoir, con Michel Bouquet nel ruolo del pittore.

 

 

La sua passione è sempre stata la fotografia. I luoghi comuni catturati durante i suoi viaggi rinascono con la magia della tecnologia digitale. Lui sperimenta e le sue fotografie, Empreintes et Collisions, tendono a un'espressione plastica vicina alla pittura.

Da allora, ha lavorato su diversi temi: Ateliers d’artistes, les Oliviers de Renoir, le Nu, Ombre et lumière, Croquis de voyages, le Relief, la Danse e le mouvement, Matières à paysages ed ha sviluppato un concetto: Oltre lo sguardo... Guardare oltre lo sguardo è varcare la soglia delle apparenze, cercare di esprimere l'indicibile.

Molte le mostre, in prestigiose sale, di Jacques Renoir, in Francia come all’estero. Espone permanentemente nel suo studio a Nizza, vicino al porto.

La Galerie du Musée de la Photographie Charles Nègre si trova in Place Pierre Gautier 1 nel Vieux Nice.

Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium