/ Ambiente

Ambiente | 28 novembre 2022, 09:00

Il Museo Oceanografico di Monaco porta 46 tartarughe in Senegal per un progetto internazionale

Il 13 dicembre verranno rilasciate in un recinto di accoglienza al Village des Tortues de Noflaye, per poi essere liberate

Il Museo Oceanografico di Monaco porta 46 tartarughe in Senegal per un progetto internazionale

Dal 2012 il Museo Oceanografico ospita diversi esemplari di tartarughe africane (Centrochelys sulcata), la terza tartaruga terrestre più grande del mondo

Sette esemplari erano stati offerti dall'ex presidente del Mali, S.E.M. Amadou Toumani Touré, a Sua Altezza il Principe Alberto II di Monaco, in occasione di un viaggio ufficiale. Queste tartarughe sono state poi accolte sulla terrazza sul tetto del Museo Oceanografico, in uno spazio appositamente attrezzato. Da allora si sono succedute diverse covate, dando alla luce 49 giovani.

46 di loro saranno oggetto di un progetto di potenziamento della popolazione in Senegal e saranno quindi trasferite al Centro per la Protezione delle Tartarughe in Senegal - Village des Tortues, a Noflaye, in collaborazione con l'Istituto Africano per lo Studio e la Protection des Tortues guidato da Thomas Diagne, un esperto di fama mondiale che ha lavorato per 30 anni per queste specie in via di estinzione.

Sabato 10 dicembre appuntamento al Museo Oceanografico di Monaco per: Dalle ore 9:00: ricevimento caffè
9:30: conferenza stampa
10:30: confezionamento delle tartarughe sulla terrazza sul tetto alla presenza di S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco
11:00: carico delle casse nel mezzo dello spedizioniere
11:20: Rinfresco

Il 13 dicembre verranno rilasciate in un recinto di accoglienza al Village des Tortues de Noflaye, per poi essere liberate

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium